Dal 77° al 13° posto nella classifica di trasformazione digitale ICity Rank 2020: il caso Palermo

Durante il primo Tavolo Tecnico monotematico del Progetto “Next Generation EU – EuroPA Comune” dal titolo “La trasformazione delle P.A. passa per la comunicazione digitale: criticità e prospettive all’alba dell’avvio del Pnrr” sono intervenuti il Segretario generale e l’Assessore all’innovazione del Comune di Palermo.

Secondo Antonio Le Donne, Segretario generale e Direttore generale del Comune di Palermo, per attivare una strategia digitale di successo all’interno delle P.A., serve una forte volontà da parte dell’amministrazione dal punto di vista politico e burocratico, ma anche una qualità della risorsa umana che consenta l’attivazione di tutti i processi di informatizzazione e innovazione.


“Durante la pandemia – afferma Le Donne -, il Comune di Palermo ha collocato in lavoro agile 3600 dipendenti su 6500. Abbiamo spostato gli applicativi sul web cosicché i dipendenti potessero collegarsi da remoto. Abbiamo, inoltre, impartito linee guida ed effettuato sedute addestrative. stato, infine, importante costruire un modello differente di prestazione per portare avanti il lavoro comunale in forme diverse”.


Secondo Paolo Petralia Camassa, Assessore all’Innovazione Comune di Palermo, “il vero scoglio che si individua nel processo di digitalizzazione è la consapevolezza dell’importanza di tale attività e la formazione alle competenze digitali. La sfida è, infatti, quella di far recepire quanto i servizi digitali siano in grado di semplificare la vita ai cittadini. Anche su quest’ultimo aspetto, i fondi del Pnrr saranno fondamentali”.


Related Articles

“Pnrr”: 250 milioni di Euro per le competenze digitali dei cittadini e per favorire le Imprese nell’acquisizione delle certificazioni

Grazie alle novità introdotte dal “Pnrr”, si compie un passo significativo sul fronte della Transizione digitale nazionale. Tra le principali

Ad Centro Studi Enti Locali, Tonveronachi: “Non possiamo fallire, crimine non spendere fondi Pnrr”

“Non dobbiamo pensare che dopo il Covid andrà tutto bene ma che andrà tutto meglio. Dobbiamo tutti insieme compiere il

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.