Debiti P.A.: tasso di interesse sulle anticipazioni di liquidità 2014 fissato al 2,274%

Lo scorso 27 febbraio 2014, con proprio Comunicato, il Mef ha reso noto che il tasso di interesse applicato alle nuove anticipazioni richieste per fare fronte nel 2014 ai pagamenti dei debiti certi liquidi ed esigibili al 31 dicembre 2012 è pari al 2,274%, corrispondente al rendimento di mercato dei Buoni Poliennali del Tesoro a 5 anni in corso di emissione rilevato sul mercato regolamentato dei titoli di Stato – MTS il 21 febbraio 2014.

Con Dm. Mef 10 febbraio 2014, per l’anno 2014 è stato disposto l’incremento di 2 miliardi di Euro della dotazione della “Sezione per assicurare la liquidità per pagamenti dei debiti certi, liquidi ed esigibili degli Enti Locali”.Tali risorse sono finalizzate alla concessione di anticipazioni di liquidità in favore degli Entiterritoriali per il pagamentodei debiti certi, liquidi ed esigibili maturati alla data del 31 dicembre 2012, ovvero dei debiti per i quali sia stata emessa fattura o richiesta equivalente di pagamento entro il predetto termine, nonché dei debiti fuori bilancio che presentavano i requisiti per il riconoscimento alla data del 31 dicembre 2012, anche se riconosciuti in bilancio in data successiva (ai sensi dell’art. 1, comma 10-bis, del Dl. n. 35/13).

I criteri e le modalità per l’accesso da parte degli Enti Locali interessati alle anticipazioni, nonché per la restituzione delle stesse, sono definiti sulla base delle disposizioni recate dall’Addendum,integrato mediante un atto aggiuntivo da stipularsi tra il Mef e la Cassa DD.PP. e da uno schema di contratto tipo approvati con Decreto del Direttore generale del Tesoro, d’intesa con la Conferenza Stato-Città ed Autonomie locali, e pubblicati sui siti internet del Mef.

La domanda di anticipazione da parte degli Enti Locali dovrà essere presentata, a pena di nullità, entro la data prevista dal predetto atto aggiuntivo. Le anticipazioni saranno concesse entro 15 giorni dalla data ultima di presentazione delle richieste, proporzionalmente e nei limiti delle somme disponibili per l’anno 2014.In caso di mancata corresponsione delle rate di ammortamento relative alle suddette anticipazioni, si applicheranno le disposizioni di cui all’ultimo periodo dell’art. 1, comma 13, Dl. n. 35/13. Alle anticipazioni in oggetto si applica la disciplina delle anticipazioni richieste per i pagamenti 2013, di cui all’art. 1, commi da 13-bis a 17, del Dl. n. 35/13.


Tags assigned to this article:
debiti P.A.

Related Articles

Le limitazioni poste agli Enti Locali all’acquisizione di immobili

Nella Delibera n. 125 del 23 novembre 2018 della Corte dei conti Piemonte, viene chiesto un parere sulla portata applicativa

Debiti PA.: al via la cessione dei debiti assistiti da garanzia dello Stato

Con proprio Comunicato-stampa, pubblicato il 7 luglio 2014, il Mef ha reso noto il contenuto del proprio Decreto inerente i

Promozione turistica del territorio: il punto della Corte Piemonte sui limiti di spesa previsti per gli Enti Locali

Nella Delibera n. 171 del 2 dicembre 2015 della Corte dei conti Piemonte, la richiesta di parere riguarda la questione

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.