Debito pubblico italiano: è più basso rispetto alle ultime previsioni economiche ma continua ad essere secondo solo a quello della Grecia

Debito pubblico italiano: è più basso rispetto alle ultime previsioni economiche ma continua ad essere secondo solo a quello della Grecia

Il debito pubblico italiano nel 2017 si è attestato al 131,8% del Pil, contro il 132% dell’anno precedente e al di sotto delle ultime stime della Commissione Ue che lo vedevano al 132,1%.

In calo anche il deficit, pari al 2,3% contro il 2,5% dell’anno precedente e il 2,6 del 2015, ma migliorato in misura minore rispetto a quanto atteso da Bruxelles che aveva stimato il 2,1% per il 2017.

I dati sono stati diffusi in un bollettino elaborato da Eurostat e pubblicato il 23 aprile 2018.

Dalla fotografia dell’andamento di questi indicatori nell’intera Eurozona, emerge che – nonostante i segnali positivi – l’Italia resta seconda solo alla Grecia quanto a debito pubblico (pari nel caso ellenico al 178,6% del Pil).

Seguono Portogallo (125,7%), Belgio (103,1%) e Spagna (98,3%). Tra i più bassi invece: Estonia (9%), Lussemburgo (23%), Bulgaria (25,4%), Repubblica Ceca (34,6%), Romania (35%) e Danimarca (36,4%). Anche il deficit è in calo: nella zona Euro è sceso dall’1,5% del 2016 allo 0,9% del 2017, e nella Ue-28 da 1,6% a 1%.


Related Articles

Contratto collettivo: la scelta di un concorrente di aderirvi non può essere imposta dalla “lex specialis”

Nelle Sentenza n. 45 del 13 gennaio 2017 del Tar Lombardia, una Fondazione ha indetto una gara d’appalto per l’affidamento

Trasmissione telematica dei corrispettivi: definite le regole per l’invio nel periodo transitorio stabilito dal “Decreto Crescita”

Con il Provvedimento 4 luglio 2019, l’Agenzia delle Entrate ha fornito le indicazioni per l’invio telematico dei dati dei corrispettivi

Appalti: illegittima la revoca dell’aggiudicazione al concorrente che ha omesso una condanna per omicidio colposo

Nella Sentenza n. 3331 del 16 dicembre 2014 del Tar Sicilia viene impugnata la revoca dell’aggiudicazione provvisoria di un appalto