“Decreto Enti Locali”: ripartiti gli spazi finanziari per l’esercizio della funzione di Ente capofila

“Decreto Enti Locali”: ripartiti gli spazi finanziari per l’esercizio della funzione di Ente capofila

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, ha pubblicato il 23 settembre 2015 sul proprio Portale istituzionale una Tabella con gli spazi finanziari assegnati ai Comuni per le maggiori spese sostenute per l’esercizio della funzione di Ente capofila.

La ripartizione è stata effettuata in attuazione dell’art. 1, comma 2, lett. c), del Dl. n. 78/2015 (c.d. “Decreto Enti Locali”). L’importo previsto allo scopo era pari a un totale di 30 milioni di Euro ma, in applicazione del successivo comma 3, è stato ridotto a 23,2 milioni di Euro. Ricordiamo infatti che il

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Patto di stabilità: disponibile il Modello per la richiesta degli spazi finanziari previsti dal “Decreto Enti Locali”

Con una Nota pubblicata sul proprio sito istituzionale il 22 giugno 2015 il Ministero dell’Economia e delle Finanze – Ragioneria

“Covid-19”: in G.U. il Decreto-legge con le misure in vigore dal 18 maggio, condivise con le Regioni, e le “Schede tecniche” per i Settori

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 125 del 16 maggio 2020 l’attesissimo Dl. n. 33, emanato nella medesima giornata, contenente

“Ravvedimento operoso”: l’Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti sulle diverse sanzioni per Dichiarazioni irregolari e tardive

Con la Circolare n. 42/E del 12 ottobre 2016, l’Agenzia delle Entrate ha fornito ulteriori chiarimenti volti a delineare il