“Decreto Rilancio”: Durc escluso dall’estensione della validità disposto per altri atti, la data di riferimento resta il 15 giugno 2020

“Decreto Rilancio”: Durc escluso dall’estensione della validità disposto per altri atti, la data di riferimento resta il 15 giugno 2020

I Durc “on line” che riportano nel campo “Scadenza validità” una data compresa tra il 31 gennaio 2020 e il 15 aprile 2020 conservano la loro validità fino al 15 giugno 2020 nell’ambito di tutti i procedimenti in cui è richiesto il possesso del Durc. A chiarirlo, con il Messaggio n. 2103 del 21 maggio 2020, è l’Inps, che ha precisato che, diversamente da altri certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, non si applica al Durc la disposizione di cui all’art. 81 del c.d. “Decreto Rilancio” (Dl. n. 34/2020).

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Informativa Antimafia: controllo giudiziario dell’Azienda

Nella Sentenza n. 480 del 22 luglio 2020 del Tar Piemonte, i Giudici chiariscono che è chiaramente infondata la questione

Iva: esclusi i servizi espletati a seguito di delega di funzioni attribuita dalla Regione in quanto rientrano nei poteri autoritativi nel delegato

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 22 del 5 febbraio 2020, ha fornito chiarimenti in merito

Commistione tra requisiti soggettivi e criteri di valutazione dell’offerta: possibile se incide sulla qualità dell’esecuzione

  Nel Parere n. 36 del 1° aprile 2015, l’Anac afferma che non è illegittimo introdurre requisiti relativi all’esperienza pregressa

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.