“Decreto Rilancio”: Durc escluso dall’estensione della validità disposto per altri atti, la data di riferimento resta il 15 giugno 2020

“Decreto Rilancio”: Durc escluso dall’estensione della validità disposto per altri atti, la data di riferimento resta il 15 giugno 2020

I Durc “on line” che riportano nel campo “Scadenza validità” una data compresa tra il 31 gennaio 2020 e il 15 aprile 2020 conservano la loro validità fino al 15 giugno 2020 nell’ambito di tutti i procedimenti in cui è richiesto il possesso del Durc. A chiarirlo, con il Messaggio n. 2103 del 21 maggio 2020, è l’Inps, che ha precisato che, diversamente da altri certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, non si applica al Durc la disposizione di cui all’art. 81 del c.d. “Decreto Rilancio” (Dl. n. 34/2020).

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Fatturazione elettronica: è possibile esigere che i fornitori valorizzino i campi dedicati a Cig e Cup?

Il testo del quesito: “In tema di fatturazione elettronica, se ho capito bene, la mancata indicazione in fattura dell’impegno di

Accesso civico generalizzato: non è consentito sui provvedimenti amministrativi inerenti procedimenti disciplinari

Il Garante per la Privacy, con il Provvedimento n. 483 del 21 novembre 2018, ha fornito parere ex art. 5,

Surroga di un Consigliere comunale: il parere del Dipartimento per la “Finanza locale”

È stato chiesto al Dipartimento per la “Finanza locale” del Ministero dell’Interno un parere sulla procedura da adottare per la

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.