Dichiarazione “730/2020”: approvato il Modello e le relative Istruzioni ministeriali

Dichiarazione “730/2020”: approvato il Modello e le relative Istruzioni ministeriali

Con il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate 15 gennaio 2020, sono stati approvati i Modelli “730”, “730-1”, “730-2” per i sostituti d’imposta, “730-2” per Caf e Professionisti abilitati, “730-3”, “730-4”, “730-4 integrativo”, con le relative Istruzioni ministeriali, bolla per la consegna del Modello “730-1”, inerenti la Dichiarazione semplificata agli effetti dell’Irpef, da presentare nell’anno 2020 da parte dei soggetti che si avvalgono dell’assistenza fiscale.

Dalla prossima stagione dichiarativa gli eredi potranno utilizzare il Modello “730” per effettuare la Dichiarazione dei redditi per conto del contribuente deceduto nel periodo compreso fra il 2019 e il 23 luglio 2020 e che presentava i requisiti per utilizzare questo modello semplificato. Entrano inoltre nel Modello “730” lo “Sport bonus”, il credito d’imposta per la bonifica ambientale e la detrazione del 50% per le spese di realizzazione di colonnine per la ricarica di auto elettriche. Fra l’altro, le Istruzioni sono aggiornate per recepire il nuovo limite reddituale per il figlio a carico portato a Euro 4.000 e l’aumento a Euro 800 delle spese di istruzione detraibili.

Consegna delle dichiarazioni Modello “730

I sostituti d’imposta che prestano assistenza fiscale nell’anno 2020 devono trasmettere all’Agenzia delle Entrate in via telematica, direttamente ovvero tramite un soggetto incaricato della trasmissione telematica, i dati contenuti nelle Dichiarazioni Modello “730/2020” e nei Modelli “730-4” osservando le specifiche tecniche che saranno approvate con successivo provvedimento.

In caso di consegna delle predette dichiarazioni ad un soggetto incaricato della trasmissione telematica i sostituti d’imposta devono utilizzare la bolla di consegna di cui all’Allegato 1 al Provvedimento, nella quale devono essere riportati i codici fiscali dei soggetti ai quali è stata prestata l’assistenza fiscale.

I Caf ed i Professionisti abilitati devono trasmettere in via telematica all’Agenzia delle Entrate i dati contenuti nelle Dichiarazioni Modello “730/2020”, nei Modelli “730-4” e nelle schede relative alle scelte dell’8, del 5 e del 2 per mille dell’Irpef, osservando le specifiche tecniche che saranno approvate con successivo Provvedimento.

I soggetti che prestano l’assistenza fiscale devono comunque essere in grado di fornire, anche in copia, le Dichiarazioni Modello “730” da essi elaborate entro trenta giorni dalla data di ricezione della richiesta da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Dichiarazione dei redditi precompilata

La Dichiarazione dei redditi “precompilata” di cui all’art. 1 del Dlgs. n. 175/2014, è redatta utilizzando i Modelli approvati col medesimo Provvedimento.


Related Articles

Mutui Province e Città metropolitane: definite le modalità di attuazione della sospensione prevista dalla “Legge di stabilità”

Il Dipartimento degli Affari regionali della Presidenza del Consiglio dei Ministri e l’Associazione bancaria italiana (Abi) hanno sottoscritto un Accordo-quadro

Istanze di Interpello: le indicazioni operative sulle nuove procedure contenute in un Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate

Con il Provvedimento Prot. n. 27 del 4 gennaio 2016, il Direttore dell’Agenzia delle Entrate ha attuato le nuove disposizioni

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.