Dichiarazioni 2015: disponibili i Modelli “730”, “770”, “Iva”, “Iva base” e “Certificazione unica”

Dichiarazioni 2015: disponibili i Modelli “730”, “770”, “Iva”, “Iva base” e “Certificazione unica”

Con un Comunicato diffuso il 15 gennaio 2015, l’Agenzia delle Entrate ha informato dell’avvenuta pubblicazione, sul proprio sito istituzionale, dei Modelli “730/2015”, “770/2015” (Semplificato e Ordinario), “Iva” e “Iva Base/2015” e della nuova “Certificazione unica” che fa il suo esordio nell’anno corrente.
L’Agenzia ha ricordato che il Modello “730”, dedicato ai lavoratori dipendenti e ai pensionati, quest’anno per la prima volta sarà disponibile in forma precompilata, a partire dal prossimo 15 aprile 2015 per quei contribuenti che hanno presentato il Modello “730/2014”.
Si ricorda agli Enti Locali che le “Certificazioni uniche” consegnate ai percipienti entro il mese di febbraio dovranno essere trasmesse all’Agenzia delle Entrate dai sostituti d’imposta entro il 7 marzo 2015.
I contribuenti potranno decidere di accettare, integrare o modificare il contenuto della propria dichiarazione precompilata direttamente online, se in possesso delle abilitazioni, oppure tramite il proprio sostituto d’imposta, un Caf o un professionista abilitato.


Tags assigned to this article:
730770certificazione unicadichiarazioniIVA

Related Articles

Deficitarietà strutturale: approvati i Modelli per le certificazioni inerenti alla dimostrazione del costo dei servizi 2015

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 53 del 4 marzo 2016 il Decreto Ministero dell’Interno 23 febbraio 2016, recante “Dimostrazione

Enti territoriali: le “Linee di indirizzo per la formazione del bilancio 2016-2018 e per l’attuazione della contabilità armonizzata”

La Corte dei conti – Sezione delle Autonomie, con la Deliberazione n. 9/Sezaut/2016/Inpr del 18 marzo 2016, ha approvato “Linee

Farmacie: il Consiglio di Stato prevede l’istituzione di nuove farmacie oltre il termine stabilito dall’art. 11 del Dl. n. 1/12

Nella Sentenza n. 22 del 7 gennaio 2016 del Consiglio di Stato, i Giudici statuiscono che un Comune può legittimamente