Dissesto finanziario: contributo per l’incremento della massa attiva per l’anno 2013 per i Comuni dissestati

E’ stato pubblicato sulla G.U. del 20 giugno 2014, n. 141, il Dm. Interno 14 maggio 2014, recante “Contributo per l’incremento della massa attiva dei Comuni in dissesto finanziario – anno 2013”.
L’art. 3-bis, del Dl. n. 174/12, prevede che, per gli anni dal 2012 al 2014, le somme disponibili sul capitolo n. 1316 dello stato di previsione del Ministero dell’Interno denominato “Fondo ordinario per il finanziamento dei bilanci degli Enti Locali” siano destinate all’incremento della massa attiva della gestione liquidatoria degli Enti Locali in stato di dissesto finanziario, deliberato successivamente al 4 ottobre 2007.
Secondo l’art. 3-bis, alla copertura degli oneri derivanti dal contributo in parola si provvede con le somme non impegnate e ancora disponibili sul predetto capitolo 1316, accantonate ai sensi dell’art. 35, comma 6, del Dl. n. 504/92, e non utilizzate nei richiamati esercizi, per gli interventi di cui agli artt. 259, comma 4, e 260, comma 2, del Tuel.
Il Decreto in commento ha definito i criteri e le modalità per la concessione del contributo in oggetto, alla luce delle richieste avanzate da parte dei Comuni dissestati per l’anno 2012, considerate le liquidazioni del dissesto nel frattempo formalmente terminate.
Più nel dettaglio, come indicato all’art. 3-bis, del Dl. n. 174/12, il contributo è determinato nei limiti della massa passiva accertata, in base ad una quota pro-capite definita tenendo conto della popolazione residente, calcolata alla fine del penultimo anno precedente alla dichiarazione di dissesto, secondo i dati Istat. Ai fini del riparto, gli Enti con popolazione superiore a 5.000 abitanti sono considerati come Enti di 5.000 abitanti.
Per l’anno 2013, sono complessivamente erogati Euro 25 milioni sul conto di Tesoreria intestato all’Organo straordinario della liquidazione, entro i 15 giorni successivi alla data di registrazione del Decreto in commento da parte della Corte dei conti.
All’Allegato “A” del Decreto è riportata la ripartizione del contributo tra i vari Comuni.


Tags assigned to this article:
dissesto finanziario

Related Articles

Tesoreria Unica: rideterminato il tasso d’interesse per somme versate sulle contabilità speciali fruttifere degli Enti ed Organismi pubblici

E’ stato pubblicato sulla G.U. del 3 novembre n. 255, il Dm. Mef 6 ottobre recante “Rideterminazione del tasso di

“Pcc”: pubblicate le Faq di Ifel sull’anticipazione di liquidità introdotta dal Decreto “Rilancio”

Sono state pubblicate sul sito web istituzionale di Ifel il 26 maggio 2020 le Faq relative all’anticipazione di liquidità di

Edilizia scolastica: dopo quasi 2 decadi torna l’Osservatorio

Il Ministero dell’Istruzione, con il Comunicato-stampa 8 gennaio 2015 pubblicato sul proprio sito istituzionale, ha annunciato l’insediamento del nuovo “Osservatorio

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.