Dissesto finanziario del Comune: i cittadini residenti possono contestarlo  

Dissesto finanziario del Comune: i cittadini residenti possono contestarlo  

Nella Sentenza n. 1789 del 13 settembre 2016 del Tar Calabria, i ricorrenti, tutti residenti nello stesso Comune, impugnano la Delibera del Consiglio comunale che, su conforme proposta della Giunta (pure impugnata), ha dichiarato il dissesto dell’Ente.

I Giudici – rifacendosi anche alla Sentenza n. 2837/2006 del Consiglio di Stato – affermano la “legitimatio ad causam” dei ricorrenti in questione, alla stregua del principio secondo cui tutte le singole persone fisiche residenti in un Comune sono titolate ad impugnare la Deliberazione che dichiara il dissesto finanziario dell’Ente, la quale costituisce la premessa per ulteriori provvedimenti sfavorevoli (quali, ad

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Split payment”: è ufficiale la proroga al 30 giugno 2023 per tutti i soggetti attualmente rientranti nel perimetro

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze, con il Comunicato n. 158 del 3 luglio 2020, ha reso finalmente noto che

Gestione economale: resa del conto deve essere composta almeno da due parti, carico e scarico

Nella Sentenza n. 40 del 3 febbraio 2020 della Corte dei conti Veneto, si afferma che il conto dell’Economo deve

Edilizia scolastica: individuati i criteri e le modalità di concessione dei finanziamenti a tasso agevolato previsti dal “Decreto Sviluppo”

È stato pubblicato sulla G.U. n. 109 del 13 maggio 2015 il Decreto del Ministero dell’Ambiente 14 aprile 2015, recante