Dissesto finanziario del Comune: i cittadini residenti possono contestarlo  

Dissesto finanziario del Comune: i cittadini residenti possono contestarlo  

Nella Sentenza n. 1789 del 13 settembre 2016 del Tar Calabria, i ricorrenti, tutti residenti nello stesso Comune, impugnano la Delibera del Consiglio comunale che, su conforme proposta della Giunta (pure impugnata), ha dichiarato il dissesto dell’Ente.

I Giudici – rifacendosi anche alla Sentenza n. 2837/2006 del Consiglio di Stato – affermano la “legitimatio ad causam” dei ricorrenti in questione, alla stregua del principio secondo cui tutte le singole persone fisiche residenti in un Comune sono titolate ad impugnare la Deliberazione che dichiara il dissesto finanziario dell’Ente, la quale costituisce la premessa per ulteriori provvedimenti sfavorevoli (quali, ad

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Rendiconto bilancio 2013: pubblicato l’elenco delle certificazioni mancanti

Con un Comunicato datato 24 febbraio 2014, il Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali del Ministero dell’Interno – Direzione

“Pareggio di bilancio”: la Consulta boccia l’esclusione a partire dal 2020 del “Fondo pluriennale vincolato” e dell’avanzo di amministrazione

È incostituzionale il blocco dell’utilizzo ai fini del “Pareggio di bilancio” dell’avanzo di amministrazione e del “Fondo pluriennale vincolato” degli

Catasto e contratti di locazione: i chiarimenti dell’Amministrazione finanziaria in seguito all’incontro con la Stampa specializzata

Con la Circolare n. 27/E del 13 giugno 2016, l’Agenzia delle Entrate ha risposto ai quesiti posti dalla Stampa specializzata