“Documento di gara unico europeo”: il mancato utilizzo non implica l’esclusione dalla gara

“Documento di gara unico europeo”: il mancato utilizzo non implica l’esclusione dalla gara

Nella Sentenza n. 1025 del 14 aprile 2017 del Tar Sicilia, la questione controversa riguarda l’esclusione di una Società da una gara poiché non si è avvalsa del “Documento di gara unico europeo” (Dgue).

I Giudici siciliani chiariscono che il Dgue è un modello autodichiarativo introdotto dal nuovo “Codice degli Appalti” (art. 85 del Dlgs. n. 50/17), volto a semplificare e ridurre gli oneri amministrativi che gravano sugli operatori economici, ma anche sugli Enti aggiudicatori, che infatti sono tenuti ad accettarlo, ma il suo mancato utilizzo non è previsto come causa di esclusione, a tal fine rilevando, ai sensi e nei limiti dell’art. 80, solo il contenuto delle dichiarazioni in esso riportate.


Related Articles

Pubblicazione Tabelle procedure affidamento: Anac proroga il termine al 20 febbraio 2017

Slitta al 20 febbraio 2017 il termine per l’invio della comunicazione, via Pec, con la quale le stazioni appaltanti devono

Gravi illeciti professionali: il Tar ed il Consiglio di Stato chiariscono quando comportano l’esclusione dalla gara

Nella Sentenza n. 36 del 23 giugno 2017 del Tar Valle d’Aosta, i Giudici si esprimono sull’esclusione da una gara

Incentivi per funzioni tecniche: per servizi e forniture possono essere corrisposti se è nominato il Direttore dell’esecuzione

Nella Delibera n. 29 del 4 marzo 2021 della Corte dei conti Lombardia, il Presidente di una Provincia chiede di