Edilizia scolastica: quasi 600 gli interventi conclusi, in 1 caso su 3 si tratta di bonifica da amianto

Edilizia scolastica: quasi 600 gli interventi conclusi, in 1 caso su 3 si tratta di bonifica da amianto

 

Con una Nota pubblicata il 2 settembre 2015 sul sito http://italiasicura.governo.it/, la Struttura di Missione per l’Edilizia scolastica della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha fatto il bilancio delle attività di messa in sicurezza delle Scuole e, in particolare, sulle operazioni di bonifica dell’amianto negli edifici scolastici italiani.

Grazie ai fondi stanziati dall’attuale Esecutivo (400 milioni di Euro a giugno 2014) – in continuità con i 150 milioni del “Decreto del Fare” di “lettiana” memoria– sono stati aperti oltre 1.600 cantieri per la sicurezza degli Istituti. Sui quasi 600 già conclusi, 186 hanno riguardato opere di bonifica da amianto.

Il lavoro quindi procede costante ed è a buon punto – ha detto Laura Galimberti, coordinatrice della  Struttura di Missione per l’Edilizia scolastica di Palazzo Chigi – com’è noto sono stati stanziati 905 milioni grazie all’operazione ‘Mutui Bei’ anche per la sicurezza delle Suole e gli appalti saranno completati entro il 31 ottobre. Inoltre, la messa in sicurezza degli Istituti è una priorità, affrontata finalmente attraverso una programmazione nazionale e non più da molteplici graduatorie dedicate a singole problematiche”.


Related Articles

Protezione civile: al via i contributi per i progetti presentati da Organizzazioni di volontariato

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 298 del 20 dicembre 2013 un Comunicato della Presidenza del Consiglio dei Ministri –

Sanità: pubblicato il Report della Corte dei conti sulla gestione finanziaria dei servizi sanitari regionali nel corso dell’esercizio 2017

Con il Comunicato-stampa 24 giugno 2019, la Corte dei conti ha reso nota l’avvenuta pubblicazione della Delibera n. 13/2019 della

Mutui e prestiti obbligazionari Comuni: disponibili  a breve i certificati per ottenere contributi per l’estinzione anticipata

E’ in corso di perfezionamento il Decreto che approva la certificazione attraverso la quale i Comuni potranno richiedere i contributi