Elezioni: alle urne il 13 novembre 2016 i cittadini dei Comuni sciolti per infiltrazione mafiosa e quelli interessati da ipotesi di fusione tra Enti

by Redazione | 22/09/2016 11:19

Il Ministero dell’Interno ha fissato a domenica 13 novembre 2016 (con eventuale ballottaggio il 27 novembre), la data per le consultazioni amministrative nei Comuni che sono stati sciolti per infiltrazione mafiosa.

Il Viminale, con Circolare n. 39 del 19 settembre 2016, diramata dalla Direzione centrale dei Servizi Elettorali, ha fatto il punto sugli adempimenti che devono essere portati a termine negli Enti interessati (Comuni di Africo e San Ferdinando – Reggio Calabria) per garantire il regolare svolgimento della tornata elettorale straordinaria e le relative scadenze da rispettare.

Procedimento di revisione dinamica straordinaria delle liste elettorali:

  1. il Responsabile dell’Ufficio Elettorale comunale, nella veste di Ufficiale elettorale, procederà entro martedì 27 settembre 2016 a cancellare i nomi degli elettori che si siano trasferiti in un altro Comune. Le comunicazioni di avvenuta cancellazione degli elettori che hanno trasferito la propria residenza dovranno essere inviate dai Comuni di emigrazione a quelli di immigrazione esclusivamente in via telematica. In caso di trasferimento di residenza di un elettore da un Comune all’altro, l’Ente di nuova iscrizione è tenuto a rilasciare al titolare una nuova tessera elettorale, previo ritiro di quella rilasciata dal Comune di precedente residenza;
  2. entro giovedì 29 settembre 2016, il Responsabile dell’Ufficio Elettorale comunale dovrà perfezionare l’iscrizione nelle proprie liste dei nomi degli elettori immigrati già cancellati da altri Comuni. I Comuni di emigrazione o quelli di immigrazione, dopo aver provveduto a cancellare tali nomi o ad iscrivere nelle liste i nuovi residenti, dovranno depositare i relativi provvedimenti di cancellazione o di iscrizione nella Segreteria comunale durante i primi 5 giorni del mese successivo a quello della loro adozione, dando pubblico avviso di tale deposito con manifesto del Sindaco da pubblicare nell’Albo pretorio online del Comune e da affiggere in altri luoghi pubblici;
  3. entro l’anzidetto termine del 29 settembre 2016, il Responsabile dell’Ufficio Elettorale comunale dovrà provvedere anche alle cancellazioni previste dall’art. 32, comma 1, nn. 2 e 3, del citato Dpr. n. 223/67 (perdita della cittadinanza italiana e perdita del diritto elettorale che risulti da Sentenza o da altro provvedimento dell’Autorità giudiziaria), nonché alle variazioni conseguenti al cambio di abitazione nell’ambito dello stesso Comune, a norma dell’art. 41 del medesimo Testo unico;
  4. entro domenica 9 ottobre 2016, ai sensi dell’art. 33 del Dpr. n. 223/1967, il Responsabile dell’Ufficio Elettorale comunale dovrà compilare un elenco in tre copie dei nomi dei cittadini che – pur essendo compresi nelle liste elettorali – nel giorno fissato per la votazione (domenica 13 novembre 2016) non avranno compiuto il diciottesimo anno di età, trasmettendo una copia dell’elenco alla Commissione elettorale circondariale per i conseguenti adempimenti sulle liste sezionali destinate alla votazione, pubblicando la seconda copia dell’elenco stesso nell’Albo pretorio online e depositando la terza copia nella Segreteria del Comune;
  5. entro venerdì 14 ottobre 2016, dovranno essere apportate alle liste elettorali le variazioni di cui al medesimo art. 32, primo comma, n. 5), concernenti l’acquisto del diritto di voto per motivi diversi dal compimento della maggiore età oppure il riacquisto del diritto medesimo a seguito della cessazione di cause ostative;
  6. entro sabato 29 ottobre 2016, si dovrà provvedere alla cancellazione dei nomi degli elettori deceduti;
  7. entro lo stesso termine di sabato 29 ottobre 2016, il Responsabile dell’Ufficio elettorale comunale provvederà agli adempimenti di cui all’art. 5, comma 5-bis, del Dl. n. 5/2012, in materia di variazioni alle liste elettorali conseguenti al ripristino di posizioni anagrafiche precedenti in caso di accertamento di dichiarazioni di cambio di residenza non veritiere. L’attenzione delle Amministrazioni è qui richiamata anche sul disposto dell’art. 4, comma 2, del Dpr. n. 299/00, relativamente alle variazioni dei dati o delle indicazioni contenute nella tessera elettorale in conseguenza delle revisioni apportate alle liste;
  8. i Comuni non interessati alle Elezioni in oggetto, solo nel caso in cui vengano direttamente attivati da uno degli Enti ove si svolgeranno le consultazioni, potranno procedere alle operazioni di revisione delle liste elettorali limitatamente a quelle di cancellazione e iscrizione di elettori per trasferimento della residenza, nel rispetto dei termini di martedì 27 settembre 2016, per la cancellazione, e di giovedì 29 settembre 2016, per l’iscrizione.

Nella stessa data del 13 novembre 2016, come si apprende dalla Circolare n. 39 del 19 settembre 2016, diramata dalla Direzione centrale dei Servizi elettorali, si svolgeranno anche 3 referendum consultivi che decideranno dell’esito di altrettante fusioni tra i seguenti Comuni marchigiani:

  1. Pievebovigliana e Fiordimonte;
  2. Barchi, Orciano di Pesaro, Piagge e San Giorgio di Pesaro;
  3. Montemaggiore al Metauro, Saltara e Serrungarina.

Source URL: https://www.entilocali-online.it/elezioni-alle-urne-il-13-novembre-2016-i-cittadini-dei-comuni-sciolti-per-infiltrazione-mafiosa-e-quelli-interessati-da-ipotesi-di-fusione-tra-enti/