Energia, Cifa: aiuti a imprese su rinnovabili e puntare su idrogeno verde

Energia, Cifa: aiuti a imprese su rinnovabili e puntare su idrogeno verde

(Adnkronos) – “La crisi sarà lunga e pesantissima. Nel breve periodo serviranno investimenti nelle energie alternative e nelle rinnovabili. Una proroga del superbonus 110 per cento per le case unifamiliari consentirebbe di ridurre la dipendenza dal consumo del gas e, di certo, accelererebbe la transizione energetica”. Lo dichiara Andrea Cafà, presidente nazionale della confederazione datoriale Cifa (Confederazione Italiana delle Federazioni Autonome). 

Cafà prosegue: “Impiegando una parte dei cosiddetti extraprofitti, si potrebbe estendere già nel breve periodo l’utilizzo del bonus 110 agli immobili a uso non abitativo usati per attività di impresa o per studi professionali. Si garantirebbe così anche a questi edifici l’efficientamento energetico. In ogni caso, la necessità di misure immediate e tempestive deve passare attraverso un’imponente semplificazione della burocrazia che ancora oggi aggrava e rallenta i procedimenti per il rilascio delle autorizzazioni e per l’accesso al credito”.  

“Infine – conclude il presidente della Cifa – nel medio e nel lungo termine sarebbe opportuno accendere i riflettori sull’idrogeno verde e creare partnership con i paesi del Mediterraneo, come il Marocco, che da tempo stanno investendo sulle energie rinnovabili e che oggi potrebbero diventare un nuovo canale di approvvigionamento energetico”. 


Related Articles

Giovani, sì a unioni miste, stepchild adoption e scelte bioetiche

(Adnkronos) – L’altruismo dei giovani italiani va di pari passo con una forte predisposizione all’inclusione. Il 91,3% si dichiara favorevole

Sistema Impresa inaugura nuova sede a Trapani

(Adnkronos) – Incontro organizzato da Sistema Impresa Trapani per inaugurare davanti alle imprese locali la nuova sede provinciale dell’associazione. Hanno

Mps, Bernini (Confindustria Toscana Sud): “Imprenditori molto preoccupati”

Sulla sorte di Mps “gli imprenditori toscani sono molto preoccupati e ci sembra anche strano che tutte queste proposte o

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.