Evasione fiscale e contributiva: disposta l’erogazione del contributo spettante ai Comuni che hanno contribuito a contrastarla

Evasione fiscale e contributiva: disposta l’erogazione del contributo spettante ai Comuni che hanno contribuito a contrastarla

Con Provvedimento del 22 ottobre 2014 è stata disposta l’erogazione del contributo relativo al 2013, spettante ai Comuni che si sono impegnati nella lotta all’evasione fiscale e contributiva. A renderlo noto è il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza Locale, con un Comunicato pubblicato sul proprio sito web il 28 ottobre 2014.

Gli importi attribuiti a ciascun Ente, visualizzabili dal prospetto Allegato al Comunicato, sono stati definiti dal Dipartimento delle Finanze del Mef – Direzione Studi e Ricerche economico-fiscali, al quale la Direzione centrale invita a rivolgersi per eventuali richieste di chiarimento sui criteri e sulle modalità di assegnazione degli stessi.

Infine, si evidenzia che il pagamento del contributo è stato sospeso per alcuni Enti Locali in ragione della mancata trasmissione al Viminale delle certificazioni relative al rendiconto di gestione 2012 (art. 161, comma 3, del Tuel). “Per poter procedere al pagamento, entro la chiusura della contabilità finanziaria del corrente esercizio finanziario, degli importi sospesi – si legge nel Comunicato Fl – occorre procedere alla formalizzazione degli adempimenti richiesti entro e non oltre il 20 novembre 2014”.


Tags assigned to this article:
evasionetrasferimenti

Related Articles

Terremoto Emilia 2012: determinato il credito d’imposta per imprese e autonomi danneggiati

  Con il Provvedimento 7 luglio 2015, l’Agenzia delle Entrate ha informato che è il 43% dell’importo richiesto la misura

Obbligo di richiesta del “Durf”: l’Agenzia, in modo ancora non chiaro, conferma di nuovo l’esclusione dei Comuni, non essendo soggetti Ires

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 118 del 17 febbraio 2021, è intervenuta di nuovo in

Nota informativa debiti/crediti: auspicabile l’asseverazione dei Revisori della Società ma l’obbligo vige solo per quelli dell’Ente 

Nella Delibera n. 260 del 9 dicembre 2014 della Corte dei conti Toscana, un Sindaco chiede se la Nota informativa