Finanza locale: in arrivo i 1.750 milioni stanziati per la messa in sicurezza degli edifici e del territorio

Finanza locale: in arrivo i 1.750 milioni stanziati per la messa in sicurezza degli edifici e del territorio

Con il Comunicato 6 settembre 2021 il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, ha comunicato l’avvio della procedura di assegnazione, mediante scorrimento della graduatoria delle proposte ammissibili presentate nell’anno 2020, delle risorse stanziate per l’anno 2022 dall’art. 1, comma 139-bis della Legge n. 145/2018. Tali risorse, relative ad opere pubbliche per la messa in sicurezza degli edifici e del territorio, sono pari a Euro 1.750 milioni.

I Comuni, presenti nell’Elenco dell’Allegato “1 al Comunicato 6 settembre 2021, possono beneficiare dell’importo indicato nella colonna “Richiesta contributo” confermando l’interesse al contributo obbligatoriamente entro il 16 settembre 2021 tramite il “Sistema Certificazioni Enti Locali” (“Area Certificati – Tbel, altri certificati”), accessibile dal sito internet della Direzione centrale Finanza locale del Ministero dell’Interno.

Il Ministero segnala inoltre che tutte le assegnazioni di contributi relative alla graduatoria del 2021, pari a Euro 3.600 milioni (risorse anno 2021 e risorse anno 2022), sono confluite nel “Pnrr” e pertanto, non appena saranno formalizzate le norme abilitanti e le relative linee-guida, verranno fornite tutte le indicazioni necessarie circa il corretto utilizzo delle risorse in termine di gestione, monitoraggio e rendicontazione così come richiesto dall’Unione Europea.


Related Articles

Trasferimenti erariali: erogate le anticipazioni del contributo legato al minor gettito Imu/Tasi dei Comuni colpiti dal Sisma del Centro Italia

Con il Comunicato pubblicato l’11 giugno 2019 sul proprio sito istituzionale, il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale,

Finanza locale: sono 401 i Comuni italiani che hanno dichiarato il dissesto o avviato procedure di riequilibrio

Sono 401 i Comuni italiani che, tra dicembre 2015 e maggio 2017, hanno dichiarato il dissesto finanziario ex art. 246

Rti verticale: la sostituzione di un componente è possibile solo in fase esecutiva

Nella Delibera n. 555 del 12 giugno 2019 dell’Anac, la questione controversa riguarda la possibilità, alla luce delle modifiche apportate

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.