“Fondi strutturali e di investimento europei”: approvata la proposta di partenariato per la programmazione

“Fondi strutturali e di investimento europei”: approvata la proposta di partenariato per la programmazione

E’ stata pubblicata sulla G.U. n. 209 del 9 settembre 2014 la Delibera Cipe n. 18 del 18 aprile 2014 relativa alla “Programmazione dei Fondi strutturali e di investimento europei 2014-2020: approvazione della proposta di accordo di partenariato”.

Il Comitato interministeriale per la programmazione economica ha diffuso, attraverso la citata Delibera, i contenuti dell’Accordo di partenariato (Regolamento Ue n. 1303/13 del Parlamento e del Consiglio europeo 17 dicembre 2013) che stabilisce la strategia di impiego dei “Fondi strutturali e di investimento europei” (“Fondi Sie”) per il periodo 2014-2020.

L’Accordo individua i seguenti 11 obiettivi tematici per l’impiego delle risorse in questione:

  1. rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l’innovazione;
  2. migliorare l’accesso alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, nonché l’impiego e la qualità delle medesime;
  3. promuovere la competitività delle piccole e medie Imprese, il Settore agricolo e il Settore della pesca e dell’acquacoltura;
  4. sostenere la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio in tutti i Settori;
  5. promuovere l’adattamento al cambiamento climatico, la prevenzione e la gestione dei rischi;
  6. tutelare l’ambiente e promuovere l’uso efficiente delle risorse;
  7. promuovere sistemi di trasporto sostenibili ed eliminare le strozzature nelle principali infrastrutture di rete;
  8. promuovere l’occupazione sostenibile e di qualità e sostenere la mobilità dei lavoratori;
  9. promuovere l’inclusione sociale, combattere la povertà e ogni forma di discriminazione;
  10. investire nell’istruzione, formazione e formazione professionale, per le competenze e l’apprendimento permanente;
  11. rafforzare la capacità delle Amministrazioni pubbliche e degli stakeholders e promuovere un’Amministrazione pubblica efficiente.

Complessivamente, per l’arco di tempo in oggetto (2014-2020), le risorse comunitarie (a valere sui Fondi Fesr, Fse, Feasr e Feamp) ammontano a 41.548,4 milioni di Euro e saranno ripartite tra questi 11 obiettivi.

Unitamente alla Delibera è stata resa nota, nelle Tavole 2, 3 e 4, la ripartizione già disponibile del Fesr e del Fse, pari a 31.118,7 milioni di Euro.


Related Articles

Cassazione: è nulla la cartella di pagamento notificata al fallimento in relazione ad un accertamento dichiarato legittimo dal Giudice

Nella Sentenza n. 22809 del 28 ottobre 2014, della Corte di Cassazione, l’Agenzia delle Entrate ricorre per Cassazione avverso una

Esclusione automatica offerte anomale: ambito di applicazione “Dl. Semplificazioni”

Nella Delibera n. 222 del 9 marzo 2021, l’Anac chiarisce che l’art. 1, comma 3, del Dl. n. 76/2020, convertito

L’Ente Locale può erogare ad una Fondazione specifici contributi alle condizioni predeterminate da una specifica Convenzione di servizio

Nella Delibera n. 201 del 17 novembre 2017 della Corte dei conti Piemonte, un Sindaco ha chiesto se è possibile