“Fondo di solidarietà comunale 2015”: rettificate le quote per un importo di 8,9 milioni di Euro

“Fondo di solidarietà comunale 2015”: rettificate le quote per un importo di 8,9 milioni di Euro

A seguito delle verifiche tecniche basate sui gettiti Imu e Tasi, sono state rettificate per 28 Comuni le quote del “Fondo di solidarietà comunale” assegnate per l’anno 2015 e precedenti. A renderlo noto, disponendo contestualmente la riassegnazione delle somme agli Enti interessati, è stato il Decreto 21 settembre 2016, emanato dal Ministero dell’Interno di concerto con il Mef e pubblicato sulla G.U. n. 228 del 29 settembre 2016.

L’Allegato “A”, che costituisce parte integrante del Dm. in commento, reca la ripartizione delle risorse in questione, pari a Euro 8.937.665,04.

L’importo è stato coperto utilizzando parte dell’accantonamento di 20 milioni di Euro di cui all’art. 7 del Dpcm. 10 settembre 2015. Tali risorse sono infatti state accantonate, a valere sulla dotazione complessiva del “Fondo di solidarietà comunale 2015”, proprio per poter essere utilizzate a copertura di eventuali conguagli ai singoli Comuni derivanti da rettifiche dei valori utilizzati ai fini del riparto.

Riparto FDS


Related Articles

Ici: onere della prova su riduzione 50% per gli immobili inagibili, inabitabili e inutilizzati

Nella Sentenza n. 12015 del 10 giugno 2015 della Corte di Cassazione, un Comune aveva notificato un avviso di accertamento

Bilancio dello Stato 2015: richieste informazioni aggiuntive al Governo italiano sulle misure “anti-crisi” adottate

Con una Nota pubblicata il 21 febbraio 2015 sul proprio sito istituzionale il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha reso

“Decreto Milleproroghe 2020”: le novità più rilevanti per gli Enti Locali

È stato pubblicato sulla G.U. n. 305 del 31 dicembre 2019 il “Decreto Milleproroghe 2020” (Dl. n. 162/2019) recante “Disposizioni