Gb, quasi tutti i tagli fiscali del mini-bilancio saranno revocati

(Adnkronos) – Il nuovo cancelliere dello Scacchiere britannico Jeremy Hunt
ha annunciato l’abolizione di quasi tutti i tagli fiscali adottati nel mini-bilancio, ivi compresa la misura sull’aliquota di base dell’imposta sul reddito. Il piano originario delineato dal suo predecessore Kwasi Kwarteng prevedeva che l’aliquota di base dell’imposta sul reddito sarebbe scesa dal 20% al 19% l’anno prossimo, mentre quella massima sarebbe passata dal 45% al 40%. La garanzia pubblica sul prezzo dell’energia non durerà due anni ma scadrà ad aprile, e poi sarà rivista dal Tesoro, ha poi aggiunto Hunt, nel suo discorso ai media. Il cancelliere dello Scacchiere non ha nascosto il fatto che ci saranno altre decisioni difficili su tasse e spesa.  

Hunt è quindi tornato a preannunciare “decisioni difficili” per i prossimi tempi in materia fiscale come di spesa pubblica. “Tutti i dipartimenti dovranno raddoppiare gli sforzi per individuare risparmi e alcune aree di spesa dovranno essere tagliate. Ma come ho promesso nel fine settimana, la nostra priorità nel prendere le decisioni difficili che ci attendono saranno sempre i più vulnerabili e rimango estremamente fiducioso sulle prospettive economiche a lungo termine del Regno Unito mentre portiamo avanti la nostra missione per la crescita”, ha detto il nuovo cancelliere dello Scacchiere.