Gli Indicatori di anomalia a fini antiriciclaggio: nuovi adempimenti in arrivo per gli Enti Locali

Gli Indicatori di anomalia a fini antiriciclaggio: nuovi adempimenti in arrivo per gli Enti Locali

Con Decreto 25 settembre 2015 (in G.U. dal successivo 7 ottobre), il Ministero dell’Interno ha fornito agli Uffici delle Pubbliche Amministrazioni talune indicazioni in ordine al riconoscimento e disvelamento di operazioni “sospette” compiute da soggetti privati che entrino a vario titolo in contatto con gli Uffici dell’Amministrazione, in attuazione del Dlgs. n. 231/07 in materia di Antiriciclaggio e lotta al finanziamento del terrorismo.

Si tratta in breve dell’attuazione delle disposizioni del predetto Decreto legislativo con riferimento alla Pubblica Amministrazione, nei suoi rapporti con soggetti esterni alla stessa.

A tal proposito, il Decreto individua in primo luogo il “

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Armonizzazione: pubblicato il terzo Decreto di aggiornamento dei principi contabili e degli schemi di bilancio allegati al Dlgs. n. 118/11

Nei giorni scorsi il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha pubblicato sul sito “Arconet”, nella Sezione “Normativa”, il terzo Decreto

Appalti: la carenza dei requisiti di moralità del progettista impedisce la partecipazione ad un appalto integrato

In una gara di progettazione ed esecuzione di lavori (“appalto integrato”), i requisiti per partecipare alla procedura devono essere posseduti,

Nuovo “Codice degli appalti”: dietrofront Anac-Mit, si applica ai bandi pubblicati a partire dal 20 aprile 2016

Le disposizioni introdotte dal nuovo “Codice degli Appalti” di cui al Dlgs. n. 50/16 riguardano i bandi e gli avvisi