Ici: contribuente che si avvale della procedura “Docfa” ai fini della determinazione della rendita catastale

Ici: contribuente che si avvale della procedura “Docfa” ai fini della determinazione della rendita catastale

Nell’Ordinanza n. 8381 del 31 marzo 2017 della Corte di Cassazione, un Comune ha proposto ricorso contro una Sentenza che ha confermato l’annullamento dell’avviso di accertamento emesso a carico di una Società relativo a Ici per l’anno 2006 in ragione della mancata previa notifica della rendita catastale.

La Suprema Corte chiarisce che, in tema di Ici, qualora il contribuente si sia avvalso per l’accatastamento di un immobile della procedura “Docfa”, prevista dal Dm. n. 701/94, il Comune nell’emettere l’avviso di liquidazione del Tributo, non solo non ha la necessità di notificare la rendita proposta, ma può motivare il proprio provvedimento sulla scorta dei dati contenuti nella medesima proposta “Docfa”, in quanto noti al contribuente.


Related Articles

“Covid-19”: sospensione dei termini per il saldo degli avvisi di pagamento Tari per i Comuni della prima “zona rossa”

È stata pubblicata sul sito web istituzionale di Arera la Deliberazione 17 marzo 2020, n. 75/2020/R/Com, rubricata “Disposizioni urgenti in

Controversie riguardanti atti di esecuzione forzata tributaria successivi alla notifica della cartella di pagamento

Nella Sentenza n. 11481 dell’11 maggio 2018 della Corte di Cassazione, la questione controversa riguarda l’individuazione del Giudice – ordinario

Riscossione: notifica atto di accertamento

Nella Sentenza n. 10131 del 28 maggio 2020 della Corte di Cassazione, i Giudici chiariscono che nella notifica degli atti