Ici: due unità catastali differenti ma un’unica abitazione

Ici: due unità catastali differenti ma un’unica abitazione

Nell’Ordinanza n. 9078 del 2 aprile 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che 2 immobili, anche se costituenti 2 unità catastali differenti, devono essere considerati ai fini Ici come un’unica abitazione e conseguentemente essere ammessi al godimento dell’aliquota agevolata. Ai fini Ici, ciò che rileva è l’utilizzo unitario, indipendentemente dal separato accatastamento di plurime unità abitative che la compongono. Inoltre, la Suprema Corte specifica che, in tema di Ici, il contemporaneo utilizzo di più unità catastali non costituisce ostacolo all’applicazione, per tutte, dell’aliquota agevolata prevista per l’abitazione principale, sempre che il derivato complesso abitativo utilizzato non trascenda la Categoria catastale delle unità che lo compongono, assumendo rilievo a tal fine, non il numero delle unità catastali, ma la prova dell’effettiva utilizzazione ad “abitazione principale” dell’immobile complessivamente considerato.


Related Articles

Ici: fabbricati rurali strumentali all’attività agricola

Nella Sentenza n. 8862 del 4 maggio 2016 della Corte di Cassazione, una Srl presentò 3 istanze di rimborso in

Imposta di soggiorno: l’albergatore che non riversa il Tributo al Comune è responsabile di danno erariale

Nella Sentenza n. 41 del 19 febbraio 2018 della Corte dei conti Toscana, vengono citati in giudizio i legali rappresentanti

Nuove funzionalità “Pregeo 10”: l’aggiornamento del Catasto terreni diventa automatico

L’Agenzia delle Entrate, Direzione centrale Catasto e Cartografia, con la Circolare n. 30/E del 29 dicembre 2014, ha fornito indicazioni

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.