Ici: fabbricati utilizzati per attività ricettizia e Scuola materna

Ici: fabbricati utilizzati per attività ricettizia e Scuola materna

Nella Sentenza n. 25509 del 18 dicembre 2015 della Corte di Cassazione, la controversia concerne l’impugnazione di un avviso di accertamento ai fini Ici per gli anni 2009 e 2010 su una serie di immobili di proprietà dell’Istituto religioso, adibiti a Scuola materna dell’infanzia paritaria, Casa di accoglienza giovani, Casa per ferie o Casa religiosa di ospitalità. A sostegno dell’impugnazione erano dedotti, da un lato, la carenza di motivazione dell’atto impositivo e, dall’altro, il diritto all’esenzione prevista dall’art. 7, lett. i), del Dlgs. n. 504/92. Rispetto al rivendicato diritto all’esenzione, il Comune non negava la sussistenza del requisito soggettivo dell’Ente,

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Società e partecipazioni societarie: aggiornamento dei “Piani operativi di razionalizzazione”

Nella Delibera n. 4 del 12 gennaio 2016 della Corte dei conti Emilia Romagna, la richiesta di parere in questione

“Servizi Sociali”: estensione del diritto all’assegno per il nucleo familiare erogato dai Comuni ai soggiornanti di lungo periodo

L’Inps – Direzione centrale Prestazioni a sostegno del reddito, con le Circolari 15 gennaio 2014, nn. 4 e 5, ha

Imposta di registro: chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate sulla corretta applicazione ai contratti di appalto contenenti la clausola penale

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 246 del 5 maggio 2022, si è occupata del corretto