Ici: la requisizione di un terreno da parte del Comune non esonera il proprietario dal pagamento

Ici: la requisizione di un terreno da parte del Comune non esonera il proprietario dal pagamento

Nella Sentenza n. 21158 del 19 ottobre 2016 della Corte di Cassazione, la questione controversa in esame inizia con un avviso di accertamento, notificato dal Comune in questione, per omesso versamento dell’Ici per l’anno 2001 su alcuni terreni edificabili, requisiti dal Comune in questione. La Suprema Corte chiarisce che la requisizione del terreno da parte del Comune ha escluso che la circostanza potesse esimere dal pagamento dell’Imposta, in quanto presupposto della stessa è il possesso del cespite fino alla data di espropriazione e di trasferimento del bene.

La requisizione non priva il proprietario del possesso dell’immobile, cosicché il proprietario è

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Appalti: no al cosiddetto “accesso civico generalizzato”

Nella Sentenza n. 425 del 14 gennaio 2019 del Tar Lazio, i Giudici affermano che l’istituto del cosiddetto “accesso civico

Fondi Ue: i primi progetti del “Piano Juncker” partono in Italia

  Con un Comunicato pubblicato sul proprio sito il 16 luglio 2015, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha annunciato

Cig: le nuove regole non si applicano a quelli di importo inferiore a 40.000 Euro acquisiti prima del 30 aprile 2011

Per i Cig acquisiti entro il 30 aprile 2011, di importo inferiore a Euro 40.000, non si applicano le disposizioni