Il Data Governance Act, il nuovo Regolamento europeo per il mercato unico dei dati rischia di non essere abbastanza e favorire i grandi della tecnologia

Il Data Governance Act, il nuovo Regolamento europeo per il mercato unico dei dati rischia di non essere abbastanza e favorire i grandi della tecnologia

Sommario: 1. Dalla necessità all’opportunità; 1.1. Spinte per una governance unitaria, dalla Commissione Junker alla Commissione Von Der Leyen; 2. I contenuti della proposta di Regolamento; 2.1. La finalità del DGA; 2.2. Il rapporto col GDPR e i dati personali; 2.3. Definizioni e soggetti coinvolti; 2.4. Enti pubblici e dati in possesso delle PA; 2.5. Gli scambi di dati tra imprese e consumatori; 2.6. L’altruismo dei dati; 3. Le criticità della proposta di Regolamento; 3.1. Alcune definizioni mancanti; 3.2. La difficile compliance degli obblighi per gli Enti Pubblici; 3.3. Il caso Facebook e le zone grigie del Regolamento; 4. Conclusioni,

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Il “Ddl. Concorrenza” è diventato norma di legge: il quadro delle principali novità

Lo scorso 2 agosto 2017 dall’Aula del Senato è giunto il “via libera” alla fiducia sul “Ddl. Concorrenza”. I sì

Revisori Enti Locali: deliberate dalla Corte dei conti le “Linee guida” per il Questionario al rendiconto della gestione 2013

La Corte dei conti, con la Deliberazione n. 11/Aut/2014/Inpr, approvata nell’adunanza del 15 aprile 2014, pubblicata sulla G.U. n. 105

Il quadro dei limiti e dei vincoli assunzionali alla luce della “Legge di bilancio 2019”

Il rispetto delle disposizioni costituzionali contenute negli artt. [1]97, 119 comma 1[2] e 6[3], e 81[4] della Costituzione e dei

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.