Imu: soggettività di un’Asp esercente Casa di riposo

Imu: soggettività di un’Asp esercente Casa di riposo

Nella Sentenza n. 207 del 31 agosto 2018 della Ctp di Udine, una Casa di riposo posseduta da un’Azienda pubblica per i servizi alla persona ha presentato ricorso per ottenere l’annullamento dell’avviso di accertamento notificato da un Comune, riguardante il mancato pagamento dell’Imu (anno 2012).

Il Comune non ha riconosciuto alla contribuente, per gli immobili detenuti in proprietà e utilizzati nel 2012 per accogliere, accudire ed assistere anziani autosufficienti e non autosufficienti, in attuazione di una apposita Convenzione con il Servizio sanitario regionale, il diritto all’esenzione, in quanto, ai sensi dell’art. 1, comma 1, lett. p), e dell’art. 4, comma

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

“Piano di riequilibrio finanziario pluriennale”: il punto della Corte Sicilia alla luce dell’avvio dell’armonizzazione dei sistemi contabili

Nella Delibera n. 30 del 28 gennaio 2016 della Corte dei conti Sicilia, vengono chiesti alcuni chiarimenti sulla corretta applicazione

Comune scorporato da Unione: costituzione “Fondo risorse decentrate” e reinternalizzazione funzione di Polizia municipale  

Nella Delibera n. 231 del 17 dicembre 2014 della Corte dei conti Emilia Romagna, un Comune chiede: 1) in caso

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.