Irpef: cessione di fabbricati e cessione di terreni edificabili

Irpef: cessione di fabbricati e cessione di terreni edificabili

Nell’Ordinanza n. 19642 del 22 luglio 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che, in tema di Irpef, ai fini della tassazione separata, quali “redditi diversi”, delle plusvalenze realizzate a seguito di cessioni a titolo oneroso di terreni dichiarati edificabili in sede di pianificazione urbanistica, l’alternativa fra “edificato” e “non edificato” non ammette un “tertium genus”. Con la conseguenza che la cessione di un edificio, anche ove le parti abbiano pattuito la demolizione e ricostruzione con aumento di volumetria, non può essere riqualificata dall’Amministrazione finanziaria come cessione del terreno edificabile sottostante, neppure se l’edificio non assorbe integralmente la capacità edificatoria residua del lotto su cui insiste, essendo inibito all’Ufficio, in sede di riqualificazione,

superare il diverso regime fiscale previsto tassativamente dal Legislatore per la cessione di edifici e per quella dei terreni.


Related Articles

Estinzione anticipata mutui e prestiti obbligazionari: determinato l’ammontare definitivo provvisorio dei contributi 2018

Con il Dm. Interno 11 aprile 2018, pubblicato il 12 aprile 2018 sul sito istituzionale del Ministero dell’Interno – Direzione centrale

Istat: pubblicato l’aggiornamento dell’Indice sul costo della vita a dicembre 2016

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 25 del 31 gennaio 2017 il Comunicato dell’Istat contenente l’aggiornamento al mese di dicembre

Controversia su revoca di un Amministratore di una Società per azioni partecipata da un Ente Locale: la giurisdizione è del Giudice ordinario

Nell’Ordinanza n. 17705 del 18 luglio 2017 della Corte di Cassazione, la questione controversa ha ad oggetto la revoca di

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.