Iva: detraibile la quota parte di spesa afferente la “raccolta differenziata” dei rifiuti solidi urbani, secondo criteri oggettivi

Iva: detraibile la quota parte di spesa afferente la “raccolta differenziata” dei rifiuti solidi urbani, secondo criteri oggettivi

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 107 del 15 febbraio 2021, ha fornito istruzioni in ordine alla detraibilità dell’Iva da parte di un Comune, ai sensi degli artt. 19 e 19-ter), del Dpr. n. 633/1972, delle spese afferenti la “raccolta differenziata”.

Nel caso di specie, il Comune istante effettua, attraverso l’affidamento in appalto ad una Società terza, il “Servizio di raccolta/smaltimento dei rifiuti solidi urbani”. Nel dettaglio, il suddetto Servizio è effettuato secondo i criteri della c.d. “raccolta differenziata”, vale a dire attraverso il ritiro dei medesimi rifiuti

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Farmacie comunali: consentita la vendita di “dpi” anche in assenza di imballaggi ma con le dovute cautele igieniche e senza speculazioni

E’ stata pubblicata sulla G.U. n. 96 del 10 aprile 2020 l’Ordinanza 9 aprile 2020 della Protezione civile, avente ad

Anticorruzione: la relazione annuale del Responsabile della prevenzione dovrà essere pubblicata entro il 31 dicembre

Con una Nota datata 25 novembre 2014, l’Autorità nazionale Anticorruzione ha annunciato che, a breve, renderà disponibile sul proprio sito

Appalti: la valutazione resa dalla Commissione tecnica è sempre opinabile, ma non sempre sindacabile

In una gara da aggiudicarsi all’offerta economicamente più vantaggiosa, il giudizio della Commissione tecnica è per sua natura opinabile, ma

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.