Iva: detraibile la quota parte di spesa afferente la “raccolta differenziata” dei rifiuti solidi urbani, secondo criteri oggettivi

Iva: detraibile la quota parte di spesa afferente la “raccolta differenziata” dei rifiuti solidi urbani, secondo criteri oggettivi

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 107 del 15 febbraio 2021, ha fornito istruzioni in ordine alla detraibilità dell’Iva da parte di un Comune, ai sensi degli artt. 19 e 19-ter), del Dpr. n. 633/1972, delle spese afferenti la “raccolta differenziata”.

Nel caso di specie, il Comune istante effettua, attraverso l’affidamento in appalto ad una Società terza, il “Servizio di raccolta/smaltimento dei rifiuti solidi urbani”. Nel dettaglio, il suddetto Servizio è effettuato secondo i criteri della c.d. “raccolta differenziata”, vale a dire attraverso il ritiro dei medesimi rifiuti

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Requisiti di capacità tecnica e professionale: spetta alla Stazione appaltante definirli nella lex specialis di gara

Il parere n. 90 del 12 novembre 2014 dell’Anac, riguarda una procedura aperta indetta da un Comune per la concessione

“Servizi Demografici”: via libera al cambio di cognome per gli orfani  per crimini domestici

I figli delle vittime di crimini domestici il cui cognome coincida con quello del genitore condannato in via definitiva possono

Imu/Tasi: chiarimenti del Mef sull’applicazione della riduzione per gli immobili concessi in comodato

Per i contratti di comodato stipulati in forma scritta successivamente al 16 gennaio 2016, per godere dell’agevolazione in esame occorrerà

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.