Iva: sono soggetti i compensi percepiti dai Professionisti dopo la cessazione dell’attività

Iva: sono soggetti i compensi percepiti dai Professionisti dopo la cessazione dell’attività

Corte di Cassazione, Sentenza n. 8059 del 21 aprile 2016

 

Con la Sentenza in commento, la Suprema Corte ha sancito che “il compenso di prestazione professionale è imponibile a fini Iva, anche se percepito successivamente alla cessazione dell’attività, nel cui ambito la prestazione è stata effettuata, ed alla relativa formalizzazione”.

Nello specifico, la fattispecie in esame traeva origine dal ricorso proposto dall’Agenzia delle Entrate verso una Sentenza pronunciata dalla Ctr della Campania, a seguito di una controversia scaturita dall’impugnazione, promossa da un contribuente già esercente la professione di architetto, di un avviso di accertamento Irpef, Irap ed

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Entrate tributarie gennaio-maggio 2015: in calo di oltre 200 milioni di Euro quelle degli Enti Locali

Nei primi 5 mesi del 2015, le entrate tributarie degli Enti Locali sono diminuite del 2% rispetto al periodo corrispondente

Ici: gli effetti preclusivi del cosiddetto “accertamento con adesione”

Nella Sentenza n. 8530 del 27 marzo 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità hanno chiarito quali sono,

Diritti di rogito ai Segretari comunali: la Corte Emilia non condivide la Pronuncia del Tar Milano e “si schiera” con la Sezione Autonomie

Nella Delibera n. 74 del 15 settembre 2016 della Corte dei conti Emilia Romagna, la richiesta di parere ha ad