La giornata parlamentare – 13 settembre

by Redazione | 13/09/2017 9:32

Oggi al Senato

Dopo che ieri pomeriggio si è riunita la Conferenza dei Capigruppo per definire il calendario dei lavori per il mese di settembre e che il Presidente Grasso ha svolto le relative comunicazioni all’Aula, il Senato tornerà a riunirsi a partire dalle 9.30 per l’esame delRendiconto generale dell’Amministrazione dello Stato per l’esercizio finanziario 2016 e delle disposizioni per l’assestamento del bilancio dello Stato e dei bilanci delle Amministrazioni autonome per l’anno finanziario 2017. A seguire esaminerà i documenti predisposti dalla Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari riguardanti i senatori Gasparri, Esposito, Mirabelli e Bonfrisco.

La novità più rilevante di ieri è la decisione del Partito Democratico di non chiedere la calendarizzazione della legge sullo Ius soli, scelta che di fatto, vista l’imminente fine della legislatura, quasi certamente decreterà la morte parlamentare del provvedimento. Secondo il capogruppo dem Luigi Zanda sul provvedimento “non c’è una maggioranza” e il Governo non vuole rischiare di compromettere i già fragili equilibri prima dell’approvazione, a fine mese, del Def che richiede, includendo la nota di variazione di bilancio, un voto a maggioranza assoluta, ovvero 161 voti, una quota che difficilmente a Palazzo Madama si è raggiunta negli ultimi tempi.

Per quanto riguarda i lavori delle Commissioni, la Affari Costituzionali inizierà l’esame del ddl, già approvato dalla Camera, per l’abolizione dei vitalizi e proseguirà il dibattito sul disegno di legge sulle operazioni elettorali e su quello per la trasparenza dei partiti politici. La Commissione Giustizia si confronterà sul disegno di legge relativo al reato di diffamazione e sul ddl per la modifica della legge fallimentare. La Commissione Bilancio proseguirà l’esame del ddl  relativo all’assestamento 2017 e si confronterà sullo schema di decreto ministeriale sull’individuazione degli indicatori di benessere equo e sostenibile.

La Commissione Finanze si confronterà sugli Atti europei sulla capacità di assorbimento delle perdite e sulla ricapitalizzazione degli enti creditizi, e sull’affare assegnato in tema di gestione dei crediti deteriorati da parte delle banche italiane. La Commissione Agricoltura si confronterà sul disegno di legge sulla disciplina dell’attività enoturistica, sull’affare assegnato relativo alle nuove tecnologie in agricoltura e sul ddl, già approvato dalla Camera, sulle produzioni biologiche. La Commissione Industria esaminerà lo schema di decreto legislativo sull’etichettatura delle calzature e dei prodotti tessili, e il ddl sull’amministrazione straordinaria delle grandi imprese in stato d’insolvenza.

La Commissione Lavoro ascolterà i rappresentanti della Bocconi e della Luiss sull’affare assegnato in tema d’impatto sul mercato del lavoro della quarta rivoluzione industriale. La Commissione Sanitàproseguirà il ciclo di audizioni e l’esame del ddl sui disturbi alimentari e riprenderà il dibattito sulla proposta di legge relativa all’istituzione e alla disciplina della Rete nazionale dei registri dei tumori, dei sistemi di sorveglianza e del referto epidemiologico per il controllo sanitario della popolazione. La Commissione Territorio esaminerà il disegno di legge, già approvato dalla Camera, sulle aree protette.

Oggi alla Camera

Per quanto riguarda l’altro ramo del Parlamento, dopo che ieri è stata approvata la pdl sul reato di propaganda del regime fascista e nazifascista, l’ Assemblea della Camera tornerà a riunirsi a partire dalle 9.30 per la discussione della relazione sulle forme di raccordo tra lo Stato e le autonomie territoriali e sull’attuazione degli statuti speciali approvata dalla Commissione parlamentare per le questioni regionali.

A seguire saranno discusse la relazione approvata dalla Commissione parlamentare d’inchiesta sui fenomeni della contraffazione nel webdella pirateria in campo commerciale e del commercio abusivo, le mozioni relative all’applicazione della cosiddetta direttiva Bolkestein, le mozioni sulla raccolta e la donazione dei farmaci non utilizzati, la pdl per la modifica dei limiti al rinnovo dei mandati degli organi del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e del Comitato paralimpico (CIP)  e le mozioni sulla crisi nello Yemen, con particolare riferimento all’emergenza umanitaria e all’esportazione di armi verso i Paesi coinvolti nel conflitto.

Al termine l’Aula discuterà le mozioni su dislocazione, trasporto e acquisizione di armi nucleari in Italia e la proposta di legge suidelitti di frode patrimoniale in danno di soggetti vulnerabili e di circonvenzione di persona incapace. Come di consueto alle 15 ci saranno le interrogazioni a risposta immediata.

Quanto ai lavori delle Commissioni, la Giustizia si confronterà sullo schema di decreto legislativo sui rapporti giurisdizionali con autorità straniere. La Commissione Finanze ascolterà l’Avvocato Salvatore Stivala sulla risoluzione relativa agli interventi in materia fiscale, assicurativa e finanziaria sulle tematiche ambientali, e si confronterà sulla pdl per la deducibilità dei compensi per intermediazione corrisposti dalle società sportive professionistiche agli effetti dell’imposta sui redditi e dell’imposta regionale sulle attività produttive.

La Commissione Ambiente ascolterà i rappresentanti dell’Autorità di Bacino distrettuale dell’Appennino meridionale, dell’Autorità di bacino Distrettuale delle Alpi Orientali, dell’Autorità di bacino della regione Sardegna e del Distretto idrografico della Sicilia nell’ambito dell’indagine conoscitiva sull’emergenza idrica. La Commissione Lavoro ascolterà i rappresentanti della Confederazione generale dei sindacati autonomi dei lavoratori (CONFSAL) e dell’Unione generale del lavoro (UGL) sulle pdl per la tutela dei lavoratori dipendenti in caso di licenziamento illegittimo e si confronterà, in sede di comitato ristretto, sulle proposte di legge relative all’ordinamento e alla struttura organizzativa dell’Istituto nazionale della previdenza sociale e dell’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro.

La Affari sociali esaminerà il cosiddetto dl Lorenzin sulla sperimentazione clinica dei medicinali, sull’aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza, il riordino delle professioni sanitarie e della dirigenza sanitaria del Ministero della salute, e si confronterà, in sede di comitato ristretto, sulle proposte di legge sulla prevenzione, la cura e la riabilitazione della dipendenza da gioco d’azzardo patologico. La Commissione Agricoltura esaminerà la pdl sull’etichettatura delle farine di grano duro e sulle misure per la promozione della loro vendita e del loro consumo, e ascolterà i rappresentanti dell’Associazione nazionale tra le imprese assicuratrici (ANIA) nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulle assicurazioni contro le avversità atmosferiche in agricoltura.

Nuovo stop sulla legge elettorale

Nuova battuta d’arresto sulla legge elettorale. Al termine di una serie di contatti e incontri, la strada per la modifica della legge resta in salita, con il Partito Democratico profondamente diviso al proprio interno e con le opposizioni sul piede di guerra che lo accusano di prendere tempo e “giocare col fuoco”. Emanuele Fianoed Ettore Rosato si dicono pronti a riprendere la trattativa dal cosiddetto tedeschellum ma pongono come condicio sine qua nonper andare avanti lo scioglimento del nodo sul Trentino Alto Adige, visto che il voto segreto del giugno scorso ne ha cambiato il sistema elettorale e il numero dei collegi, provocando fortissime critiche e minacce di abbandonare la maggioranza da parte della Svp.

Della questione sarà investita direttamente la Presidente della Camera Laura Boldrini e la Giunta per il regolamento. Toccherà a loro trovare una soluzione che permetta di tornare a modificare il testo così da permettere la ripresa della discussione. Le prossime ore saranno determinanti e l’inizio dell’esame da parte della Commissione Affari Costituzionali del Senato della proposta di legge sull’abolizione dei vitalizi potrebbe spingere il Movimento 5 Stellea riprendere il confronto sulla legge elettorale.

 

 

A cura di Nomos Centro Studi parlamentari[1]

Nomos

La settimana parlamentare” è una rubrica a cura di Nomos Centro Studi Parlamentari, partner commerciale dell’Editore di questo Portale di informazione specializzata, Centro Studi Enti Locali srl.
Grazie alla sinergia avviata tra queste due realtà imprenditoriali, ai Lettori di Entilocali-online.it viene offerta la possibilità di consultare, in maniera del tutto gratuita, gli aggiornamenti relativi ai temi e ai provvedimenti al centro dell’attenzione dei due rami del Parlamento.
La scelta di avviare questo nuovo Progetto – ampliando la vasta gamma di servizi e contenuti accessibili attraverso questo Portale – si pone in continuità con il costante sforzo profuso da Centro Studi Enti Locali per garantire un’informazione sempre più efficace, tempestiva e completa ai propri Abbonati

Endnotes:
  1. A cura di Nomos Centro Studi parlamentari: https://www.nomoscsp.com/settimana-in-parlamento/la-giornata-parlamentare-del-13-settembre-2017.html

Source URL: https://www.entilocali-online.it/la-giornata-parlamentare-13-settembre/