L’Aula del Senato

L’aula del Senato tornerà a riunirsi domani alle 16.30 per confrontarsi sul decreto fiscale, già approvato dalla Camera. L’esame del provvedimento potrebbe però slittare così da premettere alla Commissione Finanze di terminarne la discussione. A seguire si confronterà sulla legge europea 2018, sulla relazione programmatica sulla partecipazione dell’Italia all’Unione Europea per l’anno 2018 e su quella per il 2017. Esaminerà poi diversi disegni di legge di ratifica di trattati internazionali. Come di consueto giovedì alle 15 è previsto lo svolgimento delle interpellanze e interrogazioni e delle interrogazioni a risposta immediata.

Le Commissioni del Senato

Per quanto riguarda le Commissioni, nell’arco della settimana la Affari Costituzionali si confronterà sul disegno di legge relativo alle disposizioni in materia di operazioni elettorali e sul ddl per la riduzione del numero dei parlamentari. La Giustizia svolgerà alcune audizioni sul disegno di legge per l’affido dei minori e sul ddl relativo al codice della crisi d’impresa. In sede riunta con l’Industria esaminerà il ddl sulla class action. La Finanze si confronterà sul decreto fiscale.

La Commissione Lavori pubblici svolgerà diverse audizioni nell’ambito dell’indagine conoscitiva sull’applicazione del codice dei contratti pubblici. Mercoledì alle 14.30 ascolterà il Presidente dell’Automobile Club d’Italia (ACI) sulle attività dell’Ente e successivamente si confronterà sul ddl relativo ai mezzi elettrici negli hub aeroportuali. La Commissione Agricoltura svolgerà diverse audizioni sulle misure di tutela contro le pratiche commerciali sleali nella filiera alimentare; giovedì alle 8.30 ascolterà i rappresentanti dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato sull’Atto comunitario relativo alle pratiche commerciali sleali nei rapporti tra imprese nella filiera alimentare.

La Commissione Industria martedì alle 14 ascolterà il sottosegretario di Stato per lo sviluppo economico Davide Crippa sull’affare assegnato sul sostegno alle attività produttive mediante l’impiego di sistemi di generazione, accumulo e autoconsumo di energia elettrica. A seguire proseguirà il ciclo di audizioni sulla produzione e vendita di pane. La Salute si confronterà sul ddl sulle disposizioni di corpo e tessuti post mortem,e sul ddl relativo alla sicurezza per gli esercenti le professioni sanitarie nell’esercizio delle loro funzioni; svolgerà inoltre alcune audizioni sul disegno di legge relativo alle disposizioni in materia di prevenzione vaccinale e alcune sul ddl sulle disposizioni in favore delle persone affette da fibromialgia.

La Agricoltura proseguirà il ciclo di audizioni sulla normativa sui nitrati di origine agricoltura. La Politiche dell’Unione Europea proseguirà l’esame della legge europea 2018, della relazione programmatica sulla partecipazione dell’Italia all’Unione Europea per l’anno 2018 e della relazione consuntiva sulla partecipazione dell’Italia all’Unione europea riferita all’anno 2017.

L’Aula della Camera

L’Assemblea della Camera nell’arco della settimana esaminerà la proposta di legge sul contrasto dei reati contro la pubblica amministrazione, la pdl sull’accertamento delle violazioni in materia di sosta da parte dei dipendenti delle società concessionarie della gestione dei parcheggi e delle aziende esercenti il trasporto pubblico di persone, e della mozione sul contrasto della violenza neofascista e neonazista. A partire da venerdì esaminerà il decreto sicurezza e immigrazione già approvato dal Senato. Come di consueto mercoledì alle 15 è previsto lo svolgimento delle interrogazioni a risposta immediata.

Le Commissioni della Camera

La Commissione Affari costituzionali si confronterà sul decreto sicurezza e immigrazione. La Esteri ascolterà Enrico Giovannini, portavoce dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), nell’ambito dell’indagine conoscitiva sull’azione internazionale dell’Italia per l’attuazione dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile

La Bilancio proseguirà l’esame del disegno di legge di bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e di bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021. Giovedì della settimana scorsa è scaduto il temine per la presentazione degli emendamenti: nel complesso sono state presentate 3782 proposte di modifica. Nella giornata di oggi il Presidente dalla Commissione dovrebbe comunicare le inammissibilità e alle 15.30 dovrebbe scadere il termine per la presentazione dei ricorsi; alle 19.30 ci sarà la pronuncia definitiva. I Gruppi parlamentari dovrebbero presentare la lista degli emendamenti da segnalare antro la sera di domani. Le votazioni dovrebbero iniziare mercoledì con l’obiettivo di concludere l’esame della legge di bilancio per l’approdo in Aula mercoledì 28.

La Finanze esaminerà la proposta di legge per la semplificazione fiscale, quella per l’istituzione di una Commissione parlamentare d’inchiesta sul sistema bancario e finanziario e si confronterà sullo schema di decreto legislativo relativo alla fatturazione elettronica negli appalti pubblici. La Ambiente proseguirà il ciclo di audizioni sulla proposta di legge per la gestione pubblica e partecipativa del ciclo integrale delle acque. La Attività produttive proseguirà il ciclo di audizioni sulla risoluzione per la riscossione degli oneri generali del sistema elettrico.

La Lavoro si confronterà sulle risoluzione per il riconoscimento di benefici previdenziali in favore di lavoratori esposti all’amianto e sulla pdl relativa all’ordinamento e alla struttura organizzativa dell’Istituto nazionale della previdenza sociale e dell’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro.

La Affari Sociali proseguirà l’esame della proposta di legge sulla trasparenza dei rapporti tra le imprese produttrici, i soggetti che operano nel settore della salute e le organizzazioni sanitarie, e svolgerà diverse audizioni nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulle cure palliative e terapia del dolore, con particolare riferimento all’ambito pediatrico. Si confronterà poi sulla risoluzione per modificare i criteri di riparto del Fondo sanitario nazionale.

La Commissione Agricoltura esaminerà la pdl per lo sviluppo e la competitività della produzione agricola e agroalimentare e dell’acquacoltura ottenuta con metodo biologico, e ascolterà i rappresentanti della Coalizione #CambiamoAgricoltura (AIAB, Associazione per l’agricoltura biodinamica, FAI, Federbio, Legambiente, Lipu, Più natura e WWF) sulle proposte di riforma della politica agricola comune (PAC) per il periodo 2021-2027.

A cura di Nomos Centro Studi parlamentari

Nomos

La settimana parlamentare” è una rubrica a cura di Nomos Centro Studi Parlamentari, partner commerciale dell’Editore di questo Portale di informazione specializzata, Centro Studi Enti Locali spa.
Grazie alla sinergia avviata tra queste due realtà imprenditoriali, ai Lettori di Entilocali-online.it viene offerta la possibilità di consultare, in maniera del tutto gratuita, gli aggiornamenti relativi ai temi e ai provvedimenti al centro dell’attenzione dei due rami del Parlamento.
La scelta di avviare questo nuovo Progetto – ampliando la vasta gamma di servizi e contenuti accessibili attraverso questo Portale – si pone in continuità con il costante sforzo profuso da Centro Studi Enti Locali per garantire un’informazione sempre più efficace, tempestiva e completa ai propri Abbonati

Lascia un commento