Lavoro occasionale accessorio: convertito in Legge in Dl. che ha abolito l’uso dei “voucher”

Lavoro occasionale accessorio: convertito in Legge in Dl. che ha abolito l’uso dei “voucher”

E’ stato convertito, senza modificazioni, dalla Legge 20 aprile 2017, n. 25, il Dl. 17 marzo 2017, n. 25, che ha abrogato le disposizioni in materia di lavoro accessorio di cui agli artt. 48, 49 e 50 del Dlgs. n. 81/15, relativi alla possibilità di acquistare i c.d. “voucher”, buoni-lavoro, per pagare i lavori saltuari.

Premesso che non sarà più possibile acquistare “voucher”, ormai abrogati, resta ferma la possibilità, per coloro che li hanno acquistati prima del 17 marzo 2017 (data di entrata in vigore del Dl. n. 25/17), di utilizzarli entro il 31 dicembre 2017.

Alla luce della conversione in Legge del Dl. n. 25/17, con Ordinanza firmata il 21 aprile 2017, l’Ufficio centrale per il Referendum presso la Suprema Corte di Cassazione ha sospeso con effetto immediato le operazionirelative aiReferendum che avrebbero dovuto riguardare “l’abrogazione disposizioni limitative della responsabilità solidale in materia di appalti” e “l’abrogazione disposizioni sul lavoro accessorio”.


Related Articles

La gestione della “Pcc” dopo la “Legge di bilancio 2020”

Con la Legge n. 160/2019 è stata spostata al 2021 l’applicazione delle misure di garanzia per il mancato rispetto dei

“Rapporto Ca’ Foscari sui Comuni 2020”: le idee sul tavolo della riforma del dissesto e pre-dissesto

Venerdì 23 ottobre 2020 è stato illustrato il “III Rapporto Ca’ Foscari sui Comuni”, nel corso di una videoconferenza diffusa

Rti verticale: la sostituzione di un componente è possibile solo in fase esecutiva

Nella Delibera n. 555 del 12 giugno 2019 dell’Anac, la questione controversa riguarda la possibilità, alla luce delle modifiche apportate