Litisconsorzio necessario e integrazione del contraddittorio

La Corte di Cassazione, con l’Ordinanza n. 20538 del 29 settembre 2014, ha affermato che l’impugnazione dell’atto di classamento di un fondo di cui siano proprietari più soggetti dà luogo alla fattispecie del litisconsorzio necessario tra tutti i comproprietari. Non può ammettersi che tale atto possa comportare valutazioni diverse in ordine alla natura dell’immobile rispetto ai vari comproprietari. Nel caso in esame, non essendo stato integrato correttamente il contraddittorio nei confronti di uno dei contitolari del diritto di proprietà, la Pronuncia impugnata è stata annullata e rimessa al Giudice di primo grado, affinché provveda al rinnovo di tutta la procedura, previa l’integrazione del contradditorio nei confronti delle altre parti necessarie.