Salvaguardia equilibri di bilancio e verifica di assestamento generale

Termine perentorio per l’adozione della Delibera consiliare di presa d’atto dell’equilibrio della gestione 2019 o di assunzione delle misure necessarie a ripristinare il pareggio qualora i dati facciano prevedere un disavanzo di amministrazione per squilibrio della gestione di competenza, di cassa oppure dei residui, di adeguamento del fondo crediti di dubbia esigibilità in caso di gravi squilibri riguardanti la gestione dei residui ovvero di ripiano degli eventuali debiti fuori bilancio. Occorre entro oggi anche la Deliberazione consiliare di assestamento generale del bilancio, con verifica di tutte le voci di entrata e di spesa, compreso il fondo di riserva ed il fondo di cassa, al fine di assicurare il mantenimento del pareggio di bilancio. Il quadro normativo di riferimento è il seguente:

art. 193, commi 2 e 3, Tuel; artt.: 147-quinquies, 153-comma 6, 162-comma 6, 175-comma 8, 183-comma 8, 187-comma 2-lett. b), 195, del Dlgs. n. 267/2000; P.to 4.2 lett. g), Allegato 4/1 al Dlgs. n. 118/2011; Circolare Mef n. 5/2016; art 1, comma 711, Legge n. 208/2015.