Mobilità volontaria: occorre fare riferimento alle declaratorie contrattuali

Mobilità volontaria: occorre fare riferimento alle declaratorie contrattuali

Corte dei conti Lombardia, Delibera n. 317 del 5 ottobre 2015

Un Sindaco ha richiesto un parere con il quale ha domandato se sia possibile procedere all’assunzione di un addetto all’Ufficio Tributi, Categoria C1, ricorrendo alla mobilità volontaria tra Enti e non alla mobilità di personale dalle Province (Enti di area vasta), così come previsto dall’art. 1, comma 424, della Legge n. 190/14, considerato che la specifica figura professionale non sarebbe prevista nelle Province dato che le stesse non sarebbero competenti nella gestione dei tributi locali.

La Corte ricorda che la Sezione delle Autonomie con la Delibera n. 19/15 aveva

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Ici: area demaniale e Stabilimento balneare

Nella Sentenza n. 31585 del 4 dicembre 2019 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità chiariscono che il Concessionario

Beni e servizi informatici: l’obbligo di acquisti tramite Consip o soggetti aggregatori scatta anche se l’importo è inferiore a 1.000 Euro

Nella Delibera n. 52 del 28 aprile 2016 della Corte dei conti Umbria, il parere riguarda l’interpretazione della normativa che

“Codice dei Contratti pubblici”: verso l’emanazione del Correttivo

Il Consiglio dei Ministri, nella seduta del 23 febbraio 2017, ha approvato, in esame preliminare, un Decreto correttivo del “Codice