“Orti urbani”: è corretto registrare come attività istituzionale gli introiti derivanti dai contributi degli anziani?

“Orti urbani”: è corretto registrare come attività istituzionale gli introiti derivanti dai contributi degli anziani?

Il testo del quesito:

Il ns. Comune cede in uso ad una trentina di anziani residenti sul territorio un appezzamento di terreno da adibire a orti, dietro riconoscimento dell’importo annuo di Euro 85,00 ciascuno, per un totale complessivo di Euro 1.700,00 circa. Questo terreno non è di ns. proprietà, ma viene preso in uso da un agricoltore al costo di Euro 3.000,00. Non c’è alcuna detrazione di Iva.

Abbiamo rilevato come entrata afferente l’attività istituzionale gli introiti percepiti da parte degli anziani. E’ corretto?

 

La risposta dei ns. esperti.

Non trattandosi di sponsorizzazioni e nemmeno di gestione

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Ici: differenza tra i criteri di determinazione del valore dei terreni edificabili ai fini Ici e Imposta di registro

Nella Sentenza n. 2246 del 30 gennaio 2018 della Corte di Cassazione, la Suprema Corte ha chiarito quali sono i

“730 precompilato”: le istruzioni per ottenere i Pin d’accesso ai servizi online delle Entrate

Con una Nota congiunta diramata il 1º aprile 2015, l’Inps e Agenzia delle Entrate hanno fornito indicazioni relative all’abilitazione a

Segnaletica stradale: caratteristiche, costi ed errori più comuni

  La segnaletica stradale non è altro che uno strumento, standardizzato a livello internazionale, per fornire indicazione agli utenti della