Patto di stabilità: decorrenza delle sanzioni per il mancato rispetto 

Patto di stabilità: decorrenza delle sanzioni per il mancato rispetto 

 

Nella Delibera n. 151 del 23 luglio 2015 della Corte dei conti Puglia, un Sindaco chiede un parere in merito all’interpretazione dell’art. 31, comma 28, della Legge n. 183/11, inerente al dies a quo di decorrenza delle sanzioni per il mancato rispetto del Patto di stabilità.

In particolare, il Sindaco formula i seguenti quesiti:

1.qualora, a seguito di ispezione della Ragioneria generale dello Stato, sia stato rilevato il mancato rispetto del Patto di stabilità interno oltre l’anno successivo a quello a cui la violazione si riferisce, deve considerarsi come annualità in cui la violazione è stata accertata l’anno di

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Immigrazione: Fassino, “gli hub regionali sono pochi e insufficienti

  Con un Comunicato diffuso il 16 giugno 2015 dall’Anci, il Presidente dell’Associazione, Piero Fassino, è tornato sul tema della

Cosap: la sanzione per occupazione permanente abusiva è dovuta per ciascuna annualità

Nella Sentenza n. 271 del 21 febbraio 2019 della Corte di Appello di Genova, i Giudici hanno chiarito un importante

Riduzione dell’1% delle entrate correnti: illegittima la sanzione se applicata ad un Comune che non è strutturalmente deficitario

Nella Sentenza n. 2256 del 30 maggio 2016 del Consiglio di Stato, ad un Comune, nonostante i conti in ordine,