Posizioni organizzative: la giurisdizione sul conferimento è del Giudice ordinario

Posizioni organizzative: la giurisdizione sul conferimento è del Giudice ordinario

Nella Sentenza n. 290 dell’11 febbraio 2016 del Tar Puglia, i Giudici affermano che il conferimento di posizioni organizzative al personale non dirigente delle Pubbliche Amministrazioni esula dall’ambito degli atti amministrativi autoritativi e si iscrive nella categoria degli atti negoziali, adottati con la capacità e i poteri del datore di lavoro privato. Inoltre, rilevano i Giudici pugliesi che siffatta qualificazione comporta che le relative controversie siano devolute alla giurisdizione ordinaria, non ostandovi che vengano in considerazione atti amministrativi presupposti intesi alla fissazione dei criteri per l’attribuzione della posizione organizzativa, quale nella specie l’istituzione di un “registro degli idonei al ruolo di posizione organizzativa responsabile di strutture complesse”, atteso che anche in tal caso con l’instaurazione del giudizio ordinario la tutela del pubblico dipendente è pienamente assicurata mediante la eventuale disapplicazione dell’atto ai sensi dell’art. 63, comma 1, del Dlgs. n. 165/01.

Tar Puglia – Sentenza n. 290 dell’11 febbraio 2016


Related Articles

Servizi demografici: la Bolivia aderisce alla Convenzione dell’Aja, per i documenti “apostillati” non serve la legalizzazione consolare

Non è più necessario chiedere la legalizzazione consolare di atti pubblici boliviani, già muniti di “apostille”. Ciò in quanto, in

Offerte tecniche: differenza tra varianti non consentite e miglioramenti ammessi

Nella Sentenza n. 1808 del 3 marzo 2021 del Consiglio di Stato, la questione controversa riguarda la distinzione tra varianti

“PagoPA”: è possibile esporre l’Iban come mezzo alternativo per riscuotere debiti di cittadini stranieri ?

Il testo del quesito. “In merito a ‘PagoPA’, so che gli Enti non devono esporre in alcun modo l’Iban né