Posizioni organizzative: la giurisdizione sul conferimento è del Giudice ordinario

Posizioni organizzative: la giurisdizione sul conferimento è del Giudice ordinario

Nella Sentenza n. 290 dell’11 febbraio 2016 del Tar Puglia, i Giudici affermano che il conferimento di posizioni organizzative al personale non dirigente delle Pubbliche Amministrazioni esula dall’ambito degli atti amministrativi autoritativi e si iscrive nella categoria degli atti negoziali, adottati con la capacità e i poteri del datore di lavoro privato. Inoltre, rilevano i Giudici pugliesi che siffatta qualificazione comporta che le relative controversie siano devolute alla giurisdizione ordinaria, non ostandovi che vengano in considerazione atti amministrativi presupposti intesi alla fissazione dei criteri per l’attribuzione della posizione organizzativa, quale nella specie l’istituzione di un “registro degli idonei al ruolo di posizione organizzativa responsabile di strutture complesse”, atteso che anche in tal caso con l’instaurazione del giudizio ordinario la tutela del pubblico dipendente è pienamente assicurata mediante la eventuale disapplicazione dell’atto ai sensi dell’art. 63, comma 1, del Dlgs. n. 165/01.

Tar Puglia – Sentenza n. 290 dell’11 febbraio 2016


Related Articles

Ici: vincolo di destinazione urbanistica a “verde pubblico”

Nella Sentenza n. 18057 del 14 settembre 2016 della Corte di Cassazione, la questione controversa è se il vincolo di

Spese personale: welfare integrativo

Nella Delibera n. 27 del 20 marzo 2019 della Corte dei conti Liguria, un Comune chiede se l’importo a carico

Fondi comunitari strutturali e di investimento: possibilità di utilizzarli per incentivare il personale addetto alla loro gestione

Nella Delibera n. 20 del 25 luglio 2017 della Corte dei conti-Sezione Autonomie, viene chiesto un parere sulla possibilità di