Prezzo a base d’asta: non implica una mera scelta di convenienza e opportunità, ma una valutazione basata su precise cognizioni tecniche

Prezzo a base d’asta: non implica una mera scelta di convenienza e opportunità, ma una valutazione basata su precise cognizioni tecniche

Nella Delibera n. 1017 del 25 novembre 2020 dell’Anac, una Società ha contestato gli atti della procedura di gara relativa all’affidamento del Servizio di “Refezione scolastica”, con particolare riferimento alla determinazione da parte della Stazione Appaltante del prezzo posto a base di gara. Nel dettaglio, secondo l’istante, il prezzo a base d’asta sarebbe insufficiente alla copertura dei costi necessari per l’esecuzione del Servizio.

L’Anac afferma che la misura del prezzo a base d’asta non implica una mera scelta di convenienza e opportunità, ma una valutazione alla stregua di cognizioni tecniche, sulla quale è possibile il solo sindacato estrinseco, ovvero limitato ai casi di complessiva inattendibilità delle operazioni e valutazioni tecniche operate dall’Amministrazione, alla illogicità manifesta, alla disparità di trattamento. Questa deformazione non può dedursi dalla presentazione di conteggi e simulazioni, unilateralmente predisposti dall’operatore economico, che non sottolineano alcun manifesto errore logico o di ragionevolezza e che comunque non dimostrano un’impossibilità oggettiva, a carico di ogni potenziale concorrente, di presentare un’offerta, ma dimostrano semplicemente l’impossibilità soltanto soggettiva di presentare un’offerta, il che è irrilevante ai fini della valutazione della legittimità della procedura di gara.


Related Articles

Attestazioni Soa: necessaria verifica triennale

Nella Sentenza n. 8 del 20 luglio 2015 del Consiglio di Stato, i Giudici in sede giurisdizionale (Adunanza Plenaria), enunciano

Fornitura con caratteristiche equipollenti a quelle indicate nel Bando: spetta all’operatore economico dimostrare l’equivalenza tra i prodotti

Nella Sentenza n. 72 del 28 gennaio 2021 del Tar Bologna, i Giudici chiariscono che l’operatore che intenda offrire una

Incarichi a contratto ex art. 110 del Tuel: serve una selezione para-concorsuale

Nella Sentenza n. 3661 del 21 dicembre 2015 del Tar Puglia, Lecce, i Giudici rilevano che l’art. 110 del Tuel,

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.