“#prideandprejudice” capitolo 5: il contributo ai “Fondi salva-Stati”

“#prideandprejudice” capitolo 5: il contributo ai “Fondi salva-Stati”

Il quinto dato su cui il Ministero dell’Economia e delle Finanze – con Comunicato 22 novembre 2014 – ha deciso di focalizzare l’attenzione nell’ambito della campagna “#prideandprejudice”è inerente agli aiuti ai Paesi Ue.

Il grafico pubblicato dal Dicastero (e riportato di seguito) colloca l’Italia sul podio dei Paesi che più contribuiscono a versare aiuti per i Paesi in difficoltà attraverso gli strumenti europei creati durante la crisi economica (i cosiddetti “Fondi salva-Stati” Efsf e Esm).

Come riportato dal Supplemento al Bollettino Statistico della Banca d’Italia dell’ottobre 2014, il Bel Paese ha contribuito dal 2012 al 2014 con una quota del 18,5%, per un valore pari a 60.322 milioni di Euro. Hanno versato di più soltanto la Francia (68.649 milioni di Euro) e la Germania (91.416 milioni di Euro). Seguono: Spagna (oltre 40 miliardi), Olanda (19.248 milioni), Belgio (11.707 milioni) e Austria (oltre 9 miliardi di Euro).

Infografica_5_


Tags assigned to this article:
prideandprejudice

Related Articles

Trasferimenti erariali: il Ministero dell’Interno destina 13,5 milioni ai Comuni per la tutela della Sicurezza urbana

Con una Notizia pubblicata sul proprio sito in data 28 luglio 2022, il Ministero dell’Interno informa che, nell’ambito delle iniziative

Inps: in una Circolare le modalità di valorizzazione dei periodi di contribuzione figurativa dei dipendenti pubblici

L’Inps, con la Circolare n. 81 del 22 aprile 2015, ha fornito chiarimenti in merito alle modalità di valorizzazione dei

Convenzioni Ufficio Segretario comunale e provinciale: possono interessare anche più di 5 Enti

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 133 del 5 giugno 2021, il Dm. Interno 28 aprile 2021, concernente le “Modalità