“#prideandprejudice” capitolo 5: il contributo ai “Fondi salva-Stati”

“#prideandprejudice” capitolo 5: il contributo ai “Fondi salva-Stati”

Il quinto dato su cui il Ministero dell’Economia e delle Finanze – con Comunicato 22 novembre 2014 – ha deciso di focalizzare l’attenzione nell’ambito della campagna “#prideandprejudice”è inerente agli aiuti ai Paesi Ue.

Il grafico pubblicato dal Dicastero (e riportato di seguito) colloca l’Italia sul podio dei Paesi che più contribuiscono a versare aiuti per i Paesi in difficoltà attraverso gli strumenti europei creati durante la crisi economica (i cosiddetti “Fondi salva-Stati” Efsf e Esm).

Come riportato dal Supplemento al Bollettino Statistico della Banca d’Italia dell’ottobre 2014, il Bel Paese ha contribuito dal 2012 al 2014 con una quota del 18,5%, per un valore pari a 60.322 milioni di Euro. Hanno versato di più soltanto la Francia (68.649 milioni di Euro) e la Germania (91.416 milioni di Euro). Seguono: Spagna (oltre 40 miliardi), Olanda (19.248 milioni), Belgio (11.707 milioni) e Austria (oltre 9 miliardi di Euro).

Infografica_5_


Tags assigned to this article:
prideandprejudice

Related Articles

Responsabilità: condanna di un Sindaco per illegittimo inquadramento economico del Responsabile di Gabinetto

La fattispecie all’esame della Corte dei conti Emilia Romagna, risolta con Sentenza n. 155 del 18 novembre 2014, consiste in

Cassa DD. e PP.: avviata operazione di ri-destinazione dei residui sui mutui degli Enti Locali

Lo scorso 4 aprile 2014, con proprio Comunicato-stampa n. 15/14, la Cassa Depositi e Prestiti ha reso noto di aver

“Covid-19”: le misure adottate in materia di Istruzione pubblica

E’ stato pubblicato sulla G.U. del 93 dell’8 aprile 2020 il Dl. n. 22 dell’8 aprile 2020, rubricato “Misure urgenti