Procedura informatica “Docfa”: la variazione catastale vale dall’anno d’imposta successivo

Procedura informatica “Docfa”: la variazione catastale vale dall’anno d’imposta successivo

Nell’Ordinanza n. 21760 del 7 settembre 2018 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità affermano che, in tema di Ici, la disciplina dettata dall’art. 5, comma 2, del Dlgs. n. 504/92 – in base alla quale le variazioni delle risultanze catastali hanno efficacia, ai fini della determinazione della base imponibile, a decorrere dall’anno successivo a quello nel corso del quale sono state annotate negli atti catastali – si applica anche quando il contribuente, ai fini della determinazione della rendita catastale, si avvalga della Procedura “Docfa”. Atteso che il termine di efficacia delle rendite stabilito dal citato art. 5, comma 2, è ispirato a ragioni di uniformità delle dichiarazioni e degli accertamenti e costituisce espressione del principio di eguaglianza.


Related Articles

Isole minori: il 27 ottobre 2021 il termine ultimo per presentare le domande di finanziamento

Il 27 settembre 2021 è stato pubblicato, sul sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per gli Affari

Rendiconto 2014: prorogato il termine per la trasmissione telematica

La Corte dei conti – Sezione Autonomie, con la Deliberazione n. 23 del 20 luglio 2015, ha prorogato al 31

Premi di risultato: tassazione ordinaria per le erogazioni nell’anno successivo se non conseguenti a cause giuridiche sopraggiunte

L’Agenzia delle Entrate, con la Risposta all’Istanza di Interpello n. 173 del 6 aprile 2022, ha fornito chiarimenti in ordine

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.