Procedure “semplificate” affidamento servizi: il Tar Napoli interviene sui principi cui le Amministrazioni devono attenersi

Procedure “semplificate” affidamento servizi: il Tar Napoli interviene sui principi cui le Amministrazioni devono attenersi

Nella Sentenza n. 1336 dell’8 marzo 2017 del Tar Napoli, i Giudici si esprimono sulle procedure di affidamento di servizi ai sensi dell’art. 36 del Dlgs. n. 50/16, definite “semplificate”.

I Giudici campani riconoscono l’ampia discrezionalità dell’Amministrazione anche nella fase dell’individuazione delle ditte da consultare e, pertanto, della negazione della sussistenza di un diritto in capo a qualsiasi operatore del settore ad essere invitato alla procedura.

Inoltre, i Giudici rilevano che la marcata discrezionalità che connota la predetta procedura è temperata da alcuni principi, tra i quali la trasparenza (come antidoto preventivo a comportamenti arbitrari e, più in

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Discariche abusive: Anci invoca la sospensione delle procedure di rivalsa sui Comuni per sanzioni Ue

Sospensione immediata della procedura avviata dal Ministero dell’Economia e Finanze in applicazione delle norme sul c.d. “diritto di rivalsa” che

“Piani di fabbisogno di personale”: le “Linee di indirizzo” per la predisposizione da parte delle Amministrazioni pubbliche

Sul sito della Funzione pubblica, ma non ancora sulla G.U., sono state pubblicate le “Linee di indirizzo per la predisposizione

Informativa Antimafia: limiti alla Partecipazione procedimentale

Nella Sentenza n. 2854 del 6 maggio 2020 del Consiglio di Stato, i Giudici affermano che il procedimento finalizzato all’emissione