Procedure “semplificate” affidamento servizi: il Tar Napoli interviene sui principi cui le Amministrazioni devono attenersi

Procedure “semplificate” affidamento servizi: il Tar Napoli interviene sui principi cui le Amministrazioni devono attenersi

Nella Sentenza n. 1336 dell’8 marzo 2017 del Tar Napoli, i Giudici si esprimono sulle procedure di affidamento di servizi ai sensi dell’art. 36 del Dlgs. n. 50/16, definite “semplificate”.

I Giudici campani riconoscono l’ampia discrezionalità dell’Amministrazione anche nella fase dell’individuazione delle ditte da consultare e, pertanto, della negazione della sussistenza di un diritto in capo a qualsiasi operatore del settore ad essere invitato alla procedura.

Inoltre, i Giudici rilevano che la marcata discrezionalità che connota la predetta procedura è temperata da alcuni principi, tra i quali la trasparenza (come antidoto preventivo a comportamenti arbitrari e, più in

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Incentivi tecnici per funzioni tecniche: la Corte dei conti Umbria fornisce chiarimenti sui vincoli vigenti

Nella Delibera n. 56 del 28 marzo 2019 della Corte dei conti Umbria, viene chiesto quale sia il momento giuridicamente

Processo tributario: efficacia della notifica del ricorso

Nell’Ordinanza n. 3727 del 14 febbraio 2020 della Corte di Cassazione, i Giudici di legittimità hanno chiarito che, nel Processo

Come si determina lo stock del debito da trasmettere alla “Pcc” ?

Il testo del quesito: “In merito alla nuova normativa inerente alla trasmissione dello stock debito commerciale sulla ‘Piattaforma dei crediti