Processo amministrativo: malfunzionamento del microfono di un Avvocato che ne ha impedito la partecipazione

Processo amministrativo: malfunzionamento del microfono di un Avvocato che ne ha impedito la partecipazione

Nella Sentenza n. 824 del 18 dicembre 2020 della Cga Sicilia, i Giudici chiariscono che, in caso di udienza da remoto, non può gravare sull’Ufficio giudiziario la circostanza che al momento del collegamento si sia verificato un malfunzionamento del microfono di un Avvocato che ne ha ostacolato la partecipazione.

Ciò in considerazione del fatto che, in base alle previsioni di cui alle “Regole tecnico-operative per l’attuazione del Processo amministrativo telematico, nonché per la sperimentazione e la graduale applicazione dei relativi aggiornamenti (ed in particolare l’Allegato 3, contenente le ‘Specifiche tecniche per le udienze da remoto’)” fissate dal Decreto 22 maggio 2020 del Segretariato generale della Giustizia amministrativa, “i difensori o le parti che agiscono in proprio garantiscono la corretta funzionalità del dispositivo utilizzato per collegarsi alla videoconferenza”. ​​​​​​​


Related Articles

Audizione Anci in Senato: “Si riapra il confronto sul tema della riscossione locale”

Riaprire al più presto il confronto sul cruciale tema della riscossione locale. E’ quanto chiesto dal delegato alla Finanza locale

Iva: per i Comuni la separazione delle contabilità ai sensi dell’art. 19-ter del Dpr. n. 633/72 non si riferisce alle scritture privatistiche

Ctr – Sicilia, Sentenza n. 1775/14/17 del 18 aprile 2017 La detraibilità dell’Iva per un Comune, ai sensi dell’art. 19,

Processo tributario: nullità della Sentenza motivata per relationem

La Corte di Cassazione, con l’Ordinanza n. 242 del 12 gennaio 2015, ha statuito che “è nulla, per violazione degli

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.