Processo tributario: produzione di nuovi documenti in appello

Processo tributario: produzione di nuovi documenti in appello

Nell’Ordinanza n. 5491 del 3 marzo 2017 della Corte di Cassazione, i Giudici chiariscono che, in materia di produzione documentale in grado di appello nel Processo tributario, alla luce del principio di specialità espresso dall’art. 1, comma 2, del Dlgs. n. 546/92 – in forza del quale, nel rapporto fra norma processuale civile ordinaria e norma processuale tributaria, prevale quest’ultima – non trova applicazione la preclusione di cui all’art. 345, comma 3, del Cpc., essendo la materia regolata dall’art. 58, comma 2, del citato Dlgs., che consente alle parti di produrre liberamente i documenti anche in sede di gravame, sebbene preesistenti al giudizio svoltosi in primo grado

Quindi, la Suprema Corte statuisce che è ammissibile la produzione di nuovi documenti per la prima volta in appello, senza alcuna sanzione per l’omessa produzione nel procedimento di primo grado.


Related Articles

Processo tributario: legittima la Pronuncia del Giudice d’appello basata su una ricostruzione autonoma e diversa da quella formulata dalle parti

In tema di giudizio di appello, il principio della corrispondenza tra il chiesto e il pronunciato, come il principio del

Accertamento: applicabilità disposizioni anti-elusive

Nella Sentenza n. 405 del 14 gennaio 2015 della Corte di Cassazione, i Giudici affermano che il principio  generale di

Imu: la tassazione del fabbricato collabente

Nell’Ordinanza n. 7653 del 28 marzo 2018 della Corte di Cassazione analizzeremo una questione controversa, ovverosia la tassazione dei fabbricati