Protezione civile: in G.U. la Legge-delega che getta le basi per il riordino

by Redazione | 28/03/2017 8:21

E’ stata pubblicata sulla G.U. n. 66 del 20 marzo 2017, la Legge 16 marzo 2017, n. 30, recante “Delega al Governo sul riordino delle disposizioni legislative in materia di Sistema nazionale della Protezione civile”.

La Legge n. 30/17, composta da un unico articolo, impegna il Governo ad emanare, entro il 3 gennaio 2018, uno o più Decreti delegati contenenti disposizioni di ricognizione, riordino, coordinamento, modifica delle vigenti disposizioni in materia di Protezione civile.

Tra gli argomenti che dovranno essere trattati nei Decreti saranno si segnalano:

Viene previsto di armonizzare la terminologia e i codici convenzionali adottati dal Servizio nazionale della Protezione civile, con l’obiettivo di garantire un quadro chiaro in tutto il territorio nazionale nel rispetto dell’autonomia organizzativa delle Regioni e delle Province autonome di Trento e Bolzano.

Dovranno essere individuati i gradi degli effetti derivanti dagli eventi calamitosi per determinare omogeneamente a livello nazionale il riconoscimento e l’erogazione delle varie forme di ristoro per i soggetti colpiti, nell’ottica di una semplificazione degli adempimenti amministrativi durante la fase emergenziale, della massima trasparenza e della certezza della tracciabilità dei flussi finanziari.

Entro 2 anni dall’entrata in vigore di ciascuno dei Decreti delegati previsti dalla presente Legge-delega n. 30/17, dovranno essere individuate procedure di ricognizione dei provvedimenti di sua attuazione, con particolare riferimento agli indirizzi operativi adottati dal Presidente del Consiglio dei Ministri e al riconoscimento dei diritti alle Regioni a Statuto speciale e alle Province autonome di Trento e di Bolzano. Dall’attuazione delle disposizioni dei Decreti delegati non dovranno derivare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica.

Source URL: https://www.entilocali-online.it/protezione-civile-in-g-u-la-legge-delega-che-getta-le-basi-per-il-riordino/