Province: limiti alla spesa di personale

Province: limiti alla spesa di personale

Nella Delibera n. 281 dell’11 ottobre 2018 della Corte dei conti Lombardia, una Provincia ha chiesto un parere sulla disciplina limitativa delle assunzioni del personale delle Province (denominate “Enti di Area vasta” insieme con le Città metropolitane). Detti Enti, come noto, sono stati interessati da un processo di riforma introdotto dalla Legge n. 56/2014 che ha riguardato, sia l’elezione degli Organi di governo, che le relative funzioni, ed in particolare la suddetta Legge n. 56/2014, con l’art. 1 comma 85, ha ridefinito le funzioni degli Enti di Area vasta, limitandone le competenze soltanto ad una serie di funzioni così dette “fondamentali”. Il processo di riforma, per quanto riguarda la spesa relativa al personale, è stato completato dalla Legge n. 190/2014, che ha stabilito, all’art. 1 comma 421, i limiti cui la spesa del personale degli Enti di Area vasta viene assoggettata, da contenersi nei limiti del 50% per le Province in generale, ovvero del 70% per le Province interamente montane e le Città metropolitane, rispetto a quella complessivamente sostenuta per lo svolgimento di tutte le competenze assegnate agli Enti di Area vasta nel corso degli anni precedenti la riforma. In Lombardia, le Province (ovvero gli Enti di Area vasta) continuano a tutt’oggi a svolgere talune funzioni che la Legge n. 56/2014 non assegna più alle stesse, in virtù di Accordi o di Convenzioni stipulate con la Regione e rese possibili dalla legislazione regionale che ha confermato agli Enti di Area vasta l’attribuzione di talune competenze che non sono comprese nelle “funzioni fondamentali”. Ciò posto, secondo la Sezione, la spesa che viene sostenuta per il personale addetto allo svolgimento delle suddette “funzioni non fondamentali”, le cui spese sono rimborsate totalmente dalla Regione, deve rimanere neutra ai fini del rispetto del limite del 50% o 70% della spesa determinata alla data di entrata in vigore della Legge n. 56/2014.


Related Articles

Tarsu: principio di proporzionalità

Nella Sentenza n. 3108 del 26 giugno 2017 del Consiglio di Stato, le Società appellanti, titolari di strutture alberghiere e

Incompatibilità e conflitto d’interessi: per l’Anac le norme del Dlgs. n. 39/13 sono in contrasto con quelle del Tuel

La “Legge Anticorruzione” e il Testo unico sugli Enti Locali non “vanno d’accordo”. E’ quanto sostiene l’Anac che, con l’Atto

Tribunale superiore delle Acque pubbliche: Palazzo Spada delinea i confini della giurisdizione

Nella Sentenza n. 4594 del 1° ottobre 2015 del Consiglio di Stato, i Giudici osservano che l’art. 143, comma 1,

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.