“Pubblico impiego”: in attesa dell’accordo sul Ccnl. 2019-2021, fissati gli importi delle indennità di vacanza contrattuale

“Pubblico impiego”: in attesa dell’accordo sul Ccnl. 2019-2021, fissati gli importi delle indennità di vacanza contrattuale

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze-Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, ha pubblicato sul proprio sito istituzionale i Prospetti riepilogativi degli importi da corrispondere al personale appartenente al “Pubblico Impiego”, a titolo di indennità di vacanza contrattuale.

Ciò in attuazione dell’art. 1, comma 440, della Legge n. 145/2018 (“Legge di bilancio 2019”, vedi Entilocalinews n. 1 del 7 gennaio 2019), che ha disposto che, nelle more della definizione dei contratti collettivi di lavoro e dei provvedimenti negoziali relativi al triennio 2019-2021, si dia luogo, in deroga alle procedure previste dai rispettivi ordinamenti, all’erogazione dell’anticipazione di cui all’art. 47-bis, comma 2, del Dlgs. n. 165/2001, nonché degli analoghi trattamenti disciplinati dai provvedimenti negoziali relativi al personale in regime di diritto pubblico.

La misura mensile percentuale della predetta anticipazione, in relazione agli stipendi tabellari, è pari a:

– 0,42% dal 1° aprile al 30 giugno 2019;

– 0,7% dal 1° luglio 2019.

Con specifico riferimento al Personale non dirigente del Comparto “Funzioni locali” e al personale Dirigente delle corrispondenti Aree sulla base dei Ccnl. in vigore, tali aumenti percentuali si traducono negli importi riepilogati nella Tabella riportata qui di seguito.

 

Funzioni locali
Qualifica IVC mensile (in Euro)

dal 1° aprile al 30 giugno 2019

0,42% stipendi tabellari

IVC mensile (in Euro)

dal 1° luglio 2019

0,70% stipendi tabellari

Segretario A 13,99 23,32
Segretario B 13,99 23,32
Segretario C 11,19 18,66
Dirigente a tempo indeterminato 13,99 23,32
Dirigente a tempo determinato art. 110, comma 1, Tuel 13,99 23,32
Posizione economico D7 10,90 18,16
Posizione economica D6 – Profili accesso D3 10,37 17,29
Posizione economica D6 – Profili accesso D1 10,37 17,29
Posizione economica D5 – Profili accesso D3 9,70 16,17
Posizione economica D5 – Profili accesso D1 9,70 16,17
Posizione economica D4 – Profili accesso D3 9,29 15,48
Posizione economica D4 – Profili accesso D1 9,29 15,48
Posizione economica di accesso D3 8,91 14,85
Posizione economica D3 8,91 14,85
Posizione economica D2 8,13 13,55
Posizione economica di accesso D1 7,75 12,91
Posizione economica C6 8,24 13,73
Posizione economica C5 8,02 13,36
Posizione economica C4 7,73 12,88
Posizione economica C3 7,49 12,49
Posizione economica C2 7,29 12,15
Posizione economica di accesso C1 7,12 11,87
Posizione economica B8 7,44 12,39
Posizione economica B7 – Profili accesso B3 7,28 12,13
Posizione economica B7 – Profili accesso B1 7,28 12,13
Posizione economica B6 – Profili accesso B3 7,01 11,68
Posizione economica B6 – Profili accesso B1 7,01 11,68
Posizione economica B5 – Profili accesso B3 6,88 11,47
Posizione economica B5 – Profili accesso B1 6,88 11,47
Posizione economica B4 – Profili accesso B3 6,77 11,28
Posizione economica B4 – Profili accesso B1 6,77 11,28
Posizione economica di accesso B3 6,67 11,12
Posizione economica B3 6,67 11,12
Posizione economica B2 6,42 10,69
Posizione economica di accesso B1 6,31 10,52
Posizione economica A6 6,53 10,89
Posizione economica A5 6,42 10,70
Posizione economica A4 6,29 10,48
Posizione economica A3 6,18 10,30
Posizione economica A2 6,05 10,09
Posizione economica di accesso A1 5,97 9,95

Related Articles

Non paga l’assicurazione che avrebbe coperto i danni causati dal sisma: condannato un Dirigente comunale

Corte dei conti – Sezione prima giurisdizionale centrale d’appello – Sentenza n. 267 del 13 aprile 2015   Oggetto Condanna

Appalti: una consorziata non è necessariamente in rapporto di collegamento sostanziale con il Consorzio stabile cui appartiene

Il Consorzio stabile è una tipologia di soggetto partecipante alle gare regolata dall’art. 36 del Dlgs. n. 163/06. Il comma

Applicazione del “disavanzo tecnico” al bilancio di previsione

Nella Sentenza n. 6 dell’11 gennaio 2017 della Corte Costituzionale, la questione controversa verte sull’impugnazione dell’art. 3 della Legge della

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.