Raggruppamento temporaneo di imprese: distinzione tra Rti verticale e orizzontale

Raggruppamento temporaneo di imprese: distinzione tra Rti verticale e orizzontale

Nella Sentenza n. 2641 del 24 aprile 2019 del Consiglio di Stato, i Giudici chiariscono che, al fine di individuare la partecipazione alla gara pubblica come Raggruppamento verticale o orizzontale, il testuale riferimento legislativo al “tipo” di prestazione (e non alla prestazione concretamente svolta, e così ad un concetto astratto piuttosto che concreto), va inteso nel senso che ciascun operatore economico dev’essere in grado, per le competenze possedute, di partecipare all’esecuzione dell’unica prestazione. Quest’ultima poi altro non può essere che la prestazione oggetto del servizio da affidare e le competenze non possono essere che quelle richieste dal bando di gara. Ciò significa che la diversità delle prestazioni, tale da escludere il carattere orizzontale del Raggruppamento, ricorre solo se ciascuna delle Imprese possiede specializzazioni e competenze diverse da quelle richieste dal bando, finalizzate all’esecuzione di un’attività non corrispondente a quella oggetto del contratto. La simmetria tra competenze possedute e prestazioni assunte dalle Imprese raggruppate, quale principio costitutivo del Rti, deve essere verificata (non in chiave assoluta ed astratta, ma) nel prisma delle prescrizioni di gara: sì che solo qualora la ripartizione delle prestazioni all’interno del Raggruppamento sia tale da spezzare quel rapporto simmetrico, potrebbe affermarsi il carattere derogatorio della formula organizzativa prescelta rispetto al sistema di qualificazione che presiede alla disciplina della partecipazione delle Imprese alla specifica gara.


Related Articles

Incentivi per funzioni tecniche: chiarimenti per affidamenti di lavori, servizi e forniture dopo il “Decreto Semplificazioni”

Nella Delibera n. 121 del 21 settembre 2020 della Corte dei conti Veneto, vengono chieste alcune specificazioni interpretative sui requisiti

Assegni nucleo familiare numeroso e di maternità: comunicati i nuovi importi e limiti di reddito da applicare nel 2017

La Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Politiche della famiglia, con il Comunicato pubblicato sulla G.U. n.

“Codice degli Appalti”: Anci chiede un’accelerazione nell’emanazione delle “Linee guida” attuative

Anci chiede che si completi presto il quadro regolatorio all’interno del quale si inserisce il nuovo “Codice degli Appalti”, con

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.