Raggruppamento temporaneo di imprese: distinzione tra Rti verticale e orizzontale

Raggruppamento temporaneo di imprese: distinzione tra Rti verticale e orizzontale

Nella Sentenza n. 2641 del 24 aprile 2019 del Consiglio di Stato, i Giudici chiariscono che, al fine di individuare la partecipazione alla gara pubblica come Raggruppamento verticale o orizzontale, il testuale riferimento legislativo al “tipo” di prestazione (e non alla prestazione concretamente svolta, e così ad un concetto astratto piuttosto che concreto), va inteso nel senso che ciascun operatore economico dev’essere in grado, per le competenze possedute, di partecipare all’esecuzione dell’unica prestazione. Quest’ultima poi altro non può essere che la prestazione oggetto del servizio da affidare e le competenze non possono essere che quelle richieste dal bando di gara. Ciò significa che la diversità delle prestazioni, tale da escludere il carattere orizzontale del Raggruppamento, ricorre solo se ciascuna delle Imprese possiede specializzazioni e competenze diverse da quelle richieste dal bando, finalizzate all’esecuzione di un’attività non corrispondente a quella oggetto del contratto. La simmetria tra competenze possedute e prestazioni assunte dalle Imprese raggruppate, quale principio costitutivo del Rti, deve essere verificata (non in chiave assoluta ed astratta, ma) nel prisma delle prescrizioni di gara: sì che solo qualora la ripartizione delle prestazioni all’interno del Raggruppamento sia tale da spezzare quel rapporto simmetrico, potrebbe affermarsi il carattere derogatorio della formula organizzativa prescelta rispetto al sistema di qualificazione che presiede alla disciplina della partecipazione delle Imprese alla specifica gara.


Related Articles

Ordinanze in materia di rimozione di rifiuti: competenza del Sindaco

Nella Sentenza n. 4230 del 6 settembre 2017 del Consiglio di Stato, la questione controversa in esame ha ad oggetto

Durc: non è ammessa regolarizzazione in sede di gara

Nella Sentenza n. 442 del 13 ottobre 2015, del Tar Friuli Venezia Giulia, Sezione Prima, la regolarizzazione postuma delle irregolarità

Pubblico impiego: importante Pronuncia del Consiglio di stato sulle graduatorie di un concorso

Una concorrente esclusa da un concorso pubblico bandito da un Ente Locale ricorre al Consiglio di Stato contro la graduatoria

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.