Responsabilità erariale: condannato un Dirigente che si è autoliquidato i compensi Ici

Nella Sentenza n. 203 del 14 aprile 2015 della Corte dei conti Puglia, la Sezione ha condannato un Dirigente comunale perché si è autoliquidato i compensi per il recupero di evasione Ici, oltre ad averli riconosciuti ai dipendenti dell’Ufficio. Nello specifico, con atto di citazione, la Procura regionale ha dedotto, a fondamento della domanda risarcitoria proposta, che la gravità della colpa del Dirigente “si individua in tutta la sua evidenza nell’essersi autonomamente liquidato con propri atti dirigenziali” degli importi, sottraendoli, “così, indebitamente al fondo dell’Amministrazione e non consentendo, in tal modo, quella preliminare definizione di incidenza di

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.