Revisori Enti Locali: è corretto disapplicare limite incarichi in caso di particolare e documentata professionalità ed esperienza ?

Revisori Enti Locali: è corretto disapplicare limite incarichi in caso di particolare e documentata professionalità ed esperienza ?

Il testo del quesito:

Vorremmo risolvere un problema tecnico collegato alla recente nomina del Revisore Unico (estratto n. 1 dal sorteggio della Prefettura).

Per un disguido (segnalato dallo stesso Revisore), non ci siamo accorti del superamento del limite del numero degli incarichi (in quanto ne ha già 3 in Comuni fascia 5000-99.999).

Siccome ha comunque una notevole esperienza da Revisore di Comuni – circa 42 esercizi finanziari, suddivisi tra 10 Comuni dai quali è stato incaricato – vorremmo proporre una nuova Delibera che integri quella già adottata, confermando l’incarico ma disapplicando espressamente i limiti dell’art. 238 Tuel ai sensi

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Personale da destinare al Servizio “Asili nido”: la Corte Piemonte fa il punto sui vincoli assunzionali vigenti

Nella Delibera n. 124 del 28 giugno 2017 della Corte dei conti Piemonte, viene chiesto se possa l’Ente in questione,

Imu: “sì” all’esenzione anche per l’immobile concesso in comodato da Ente ecclesiastico a Onlus per lo svolgimento di attività didattica

Nella Sentenza n. 2332 del 6 luglio 2017 della Ctr Puglia, la questione controversa in esame riguarda l’applicabilità dell’esenzione Imu

“Piano di razionalizzazione partecipazioni”: la pubblicazione sul sito di una versione incompleta non configura “colpa grave”

Nella Sentenza n. 5 del 12 gennaio 2018 della Corte dei conti Toscana, la questione controversa riguarda la Legge n.

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.