Revisori Enti Locali: è corretto disapplicare limite incarichi in caso di particolare e documentata professionalità ed esperienza ?

Revisori Enti Locali: è corretto disapplicare limite incarichi in caso di particolare e documentata professionalità ed esperienza ?

Il testo del quesito:

Vorremmo risolvere un problema tecnico collegato alla recente nomina del Revisore Unico (estratto n. 1 dal sorteggio della Prefettura).

Per un disguido (segnalato dallo stesso Revisore), non ci siamo accorti del superamento del limite del numero degli incarichi (in quanto ne ha già 3 in Comuni fascia 5000-99.999).

Siccome ha comunque una notevole esperienza da Revisore di Comuni – circa 42 esercizi finanziari, suddivisi tra 10 Comuni dai quali è stato incaricato – vorremmo proporre una nuova Delibera che integri quella già adottata, confermando l’incarico ma disapplicando espressamente i limiti dell’art. 238 Tuel ai sensi

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Scelta sedi farmaceutiche sul territorio comunale: sussistenza da parte dell’Autorità competente di ampia discrezionalità

Nella Sentenza n. 2521 del 18 maggio 2015 del Consiglio di Stato, i Giudici affermano che la dislocazione delle sedi

Imposta di bollo: in quanto atti relativi al procedimento di riscossione di entrate extratributarie, le fatture dei Comuni sono esenti?

Il testo del quesito: “Tralasciando la normativa sul bollo e ammettendo che tale comportamento sia corretto ad oggi (quantomeno per

Iva: esente l’attività socio-educativa svolta nelle “agri-comunità” dalle “fattorie didattiche” e dalle “fattorie sociali”

L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione n. 77/E del 16 ottobre 2018, ha fornito chiarimenti in merito al trattamento fiscale,

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.