Revisori Enti Locali: è corretto disapplicare limite incarichi in caso di particolare e documentata professionalità ed esperienza ?

Revisori Enti Locali: è corretto disapplicare limite incarichi in caso di particolare e documentata professionalità ed esperienza ?

Il testo del quesito:

Vorremmo risolvere un problema tecnico collegato alla recente nomina del Revisore Unico (estratto n. 1 dal sorteggio della Prefettura).

Per un disguido (segnalato dallo stesso Revisore), non ci siamo accorti del superamento del limite del numero degli incarichi (in quanto ne ha già 3 in Comuni fascia 5000-99.999).

Siccome ha comunque una notevole esperienza da Revisore di Comuni – circa 42 esercizi finanziari, suddivisi tra 10 Comuni dai quali è stato incaricato – vorremmo proporre una nuova Delibera che integri quella già adottata, confermando l’incarico ma disapplicando espressamente i limiti dell’art. 238 Tuel ai sensi

Per vedere questi contenuti è necessario essere registrati. Premere Login per accedere o per attivare un abbonamento gratuito di prova.

Related Articles

Società “in house”: la responsabilità in caso di mancato esercizio del “controllo analogo” 

Allo scopo di voler mettere in evidenza le possibili conseguenze relative al mancato esercizio del “controllo analogo” per gli affidamenti

Enti deficitari e dissestati: Circolare Fl. sulla certificazione sulla copertura tariffaria del costo di alcuni servizi per l’anno 2014

Il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, ha diffuso il 6 marzo 2015 sul proprio sito istituzionale la

“Decreto Sicurezza”: le novità introdotte dal Dl. n. 113/2018 di interesse per gli Enti Locali

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 231 del 4 ottobre 2018 il Dl. n. 113 del 4 ottobre 2018, contenente

Non ci sono commenti per questo articolo

Scrivi un commento
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Only registered users can comment.