Revisori legali: in G.U. il Dm. sul contributo annuale per l’iscrizione al Registro  

Revisori legali: in G.U. il Dm. sul contributo annuale per l’iscrizione al Registro   

E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 287 dell’11 dicembre 2014 il Decreto 25 settembre 2014 del Ministero dell’Economia e delle Finanze, relativo al contributo di 26 Euro che dovrà essere versato entro il 31 gennaio 2015 da tutti gli iscritti nel Registro dei Revisori legali (compresi quelli della Sezione dei Revisori inattivi).

Il Dm. conferma le modalità di pagamento disposte dal Decreto interministeriale 24 settembre 2014 (G.U. n. 253 del 29 ottobre 2012): l’importo dovrà essere versato in unica soluzione, mediante bollettino postale premarcato, sul conto corrente postale n. 1009776848 intestato a Consip Spa, unitamente alle spese postali (pari a 0,85 Euro) e alle eventuali commissioni di incasso, e non è frazionabile in rapporto alla durata di iscrizione nell’anno.

Gli iscritti al Registro dovrebbero ricevere al proprio indirizzo il bollettino precompilato inviato dal Mef, tramite Consip spa. In caso di mancata ricezione, gli interessati potranno effettuare il versamento di Euro 26,85 (comprensivo delle spese postali) utilizzando un bollettino postale in bianco e indicando nella causale l’anno di riferimento e il numero di iscrizione al Registro o il codice fiscale.


Tags assigned to this article:
contributorevisori legali

Related Articles

Revisori delle Regioni: deliberate dalla Corte dei conti le “Linee guida” per le relazioni al bilancio di previsione 2013

  La Corte dei conti, con la Deliberazione n. 5/Aut/2014/Inpr, approvata nell’Adunanza 4 marzo 2014 e pubblicata sulla G.U. n.

Revisori Enti Locali: emanato il decimo Decreto di modifica dell’Elenco 2020

Con il Decreto 21 ottobre 2020, il Ministero dell’Interno – Direzione centrale della Finanza locale, ha apportato ulteriori modifiche all’Elenco

Revisori Enti Locali: la Corte dei conti chiude all’ipotesi tutela compenso minimo

Nella Delibera n. 16 del 28 giugno 2017 della Corte dei conti Autonomie, la questione controversa riguarda la determinazione del